Pasqua e Setmana Santa a l’Alguer: tutti gli eventi (VIDEO)

I riti della Settimana Santa aprono alla stagione con un mese di Aprile denso di appuntamenti culturali e di spettacolo.

Il Sindaco Mario Bruno e l’Assessore alla Cultura Gabriella Esposito hanno presentato questa mattina gli appuntamenti della Setmana Santa a l’Alguer e gli eventi di inizio della stagione turistica. Presenti anche il presidente della Fondazione Meta Pietro Alfonso, il parroco della Cattedrale Don Angelo Cocco, il presidente della Confraternita della Misericordia Domenico Norio e Valeria Ciabattoni per Festivalguer.

«Alghero tutto l’anno – ha ribadito il primo cittadino – Dai riti della Settimana Santa così improntati dalla nostra identità alla continuazione di un filo che unisce tutti gli appuntamenti per fare in modo che la citt abbia eventi tutto l’anno con esercizi aperti. Lavoriamo insieme alla Regione e agli imprenditori affinché questo obbiettivo, soprattutto quello della destagionalizzazione, venga raggiunto appieno. Un progetto a tre: Comune, Regione e privati per Alghero appetibile sempre. Cap d’Any, motocross, eventi di Pasqua, maggio con il Sardinia open, giugno con il mondiale rally, e poi a settembre con Sant Miquel e proseguire. Un ciclo sul quale stiamo lavorando per metterlo a regime, perfezionarlo, renderlo omogeneo. Un programma che tra l’altro si arricchisce di opportunità come quella offerta dalle sponsorizzazioni, iniziativa appena approvata dalla giunta, che consente la collaborazione dei privati all’organizzazione degli eventi. Ma occorre il ripristino dei voli, occorre che il low cost torni ad essere presente nel nostro aeroporto. Su questo si sta lavorando incessantemente e senza tregua».

L’assessore Esposito ha sottolineato la grande importanza della collaborazione con le realtà locali.  «Una serie di appuntamenti che fanno del mese di aprile il giusto corollario alla spiritualità della Settimana Santa che riempie la città di una suggestione unica in Sardegna. Molto importante la collaborazione con i privati, a cui vanni i nostri ringraziamenti, che si stanno affacciando da poco sulla scena culturale, insieme alle tante realtà che operano ad Alghero e che contribuiscono a caricare di contenuti gli eventi collaterali ai Riti Religiosi.  Da Pasquetta in poi, inizia l’animazione con una serie di appuntamenti importanti in collaborazione con Festivalguer e con il coinvolgimento di artisti locali».

Dal 18 marzo, con la Processione dell’Addolorata, la città di Alghero, ritrova, da secoli, nei riti della Settimana Santa tutta la sua identità. Un evento immutato, che si ripete da lunghi secoli nei vicoli del Centro Storico e conserva orgogliosamente la sua impronta catalana diventando il più importante dei momenti di fede tra quelli che si svolgono in Sardegna durante il periodo pasquale. Momenti che quando passa Jesu Crist toccano con le dita la forza della passione in una delle più belle istantanee della storia culturale della città.

Quest’anno, grazie al ripristino dell’ingresso principale della Cattedrale di Santa Maria oggetto di un attento restauro viene ristabilito il vecchio percorso delle processioni con accesso dall’ingresso principale della Cattedrale. L’immagine della Settimana Santa è l’opera di Martina Manca, frequentante la classe I sez A del Liceo Artistico, vincitrice del Concorso ideato Fondazione M.E.T.A, Diocesi di Alghero-Bosa, Confraternita della Misericordia dedicato agli studenti del Liceo Artistico F.Costantino di Alghero. Anche quest’anno le immagini della Funzione del Desclavament saranno trasmesse all’esterno con la proiezione che si svolgerà in Piazza Duomo e sarà riconfermata la diretta tv che ha avuto molto successo l’anno scorso. (Per consultare il programma completo e l’itinerario delle processioni CLICCA QUI.)

Tante le attività collaterali: Mario Cocco curerà una mostra dedicata alla simbologia e agli oggetti della Settimana Santa, la mostra sarà allestita in Torre San Giovanni e Torre Sulis in collaborazione con la Fondazione, Confraternita della Misericordia e il Liceo Artistico. È stata inserita in programma anche la mostra proposta dall’Ass. Tabularasa. Tra le attività collaterali anche un importante concerto curato dal giovane maestro Francesco Scognamillo, previsto il 20 marzo presso la Chiesa del Carmelo con il Coro Polifonico di Sennori e la partecipazione dell’attore Matteo Gazzolo che leggerà passi dai Vangeli Apocrifi.

Le festività pasquali collegano alla primavera dopo gli avvenimenti del Cap d’Any e quelli sportivi di livello mondiale svoltisi ad Alghero con grande richiamo. In Collaborazione con Festivalguer, organizzata da Expopteatro e sostenuta dal Comune di Alghero, Fondazione Meta, Ras-Assessorato al Turismo e Fondazione Banco di Sardegna, partirà il 28 marzo 2016 giorno di Pasquetta, con la musica scoppiettante della Bandabardò. Seguirà l’1 aprile la performance dedicata alla protagonista del mago di Oz, Dorothy Gale, firmata dalla coreografa e performer Silvia Gribaudi presso il Mercato ortofrutticolo. E poi il progetto creato da Andrea Bartolomeo e le sue magiche creature dal titolo “Little Travel Puppets Theatre” che gireranno per tutto il centro storico con un variopinto camper–teatrino. Le letture animate di OZ si svolgeranno nei giardini di via Manno dove sarà organizzata una merenda, allestita in collaborazione con Bio&Equo di Alghero (17 aprile ore 17).

Dal 19 fino al 24 aprile, c’è il progetto pensato dalla compagnia romana Muta Imago, guidata da Claudia Sorace e Riccardo Fazi, contro il femminicidio dal titolo “Scarpette Rosse” che trasformerà la Torre di San Giovanni in un atelier artistico. Il pubblico sarà coinvolto anche il 22 ed il 23 aprile le performance preparate da Chiara Murru in programma tra le strade del centro storico della città catalana: OZ e C+C+C.

 

26 febbraio 2016