Vela, Alghero tappa del XVIII Trophe’e Bailli de Suffren

Ad Alghero una regata Internazionale di grande prestigio riservata esclusivamente ad imbarcazioni che rappresentano la storia della nautica da diporto

Nella Conferenza Stampa tenutasi ieri presso il Museo del Corallo, alla presenza del nuovo Sindaco Mario Conoci, del Presidente della Fondazione Alghero Massimo Cadeddu e del Presidente del Consorzio del Porto Giancarlo Piras, è stato presentato il “XVIII Trophe’e Bailli de Suffren 2019” 1^ Tappa S. Tropez–Alghero di circa 325 miglia e la successiva Alghero–Maon per altre 200 miglia circa. Una Regata Internazionale di grande prestigio, riservata esclusivamente a imbarcazioni che rappresentano la storia della nautica da diporto e la conservazione del patrimonio marittimo Francese.

“Nasce sulla scia del Bailli de Suffren Military di circa 500 miglia di navigazione nel Mediterraneo per le classiche barche a vela e spiriti di tradizione che riunisce i tre paesi Francia, Italia e Spagna approdando nelle Isole di Malta, Corsica, Sicilia e Sardegna. Negli anni passati la Tappa in Sardegna era Porto Rotondo – spiega il  Presidente del Consorzio del Porto Giancarlo Piras – ma l’organizzazione Francese diretta dal famosissimo skipper Lionel Pèan, Presidente di Marenostrum, in accordo con il Consorzio del Porto e la Fondazione Alghero hanno scelto la nostra città in funzione del Porto all’interno del Centro Storico”.

“Ci auguriamo che questo evento venga ripetuto anche nei prossimi anni con l’auspicio che Alghero possa diventare un punto di riferimento per manifestazioni veliche Internazionali, riproponendo anche la Regata Alghero-Palma di Maiorca oltre che far rivivere la tradizione della Vela Latina con una importante regata possa coinvolgere tutti centri della Sardegna che vantano questa tradizione” – conclude Piras.

20 giugno 2019