Una domenica all’insegna della Vela ad Alghero

Doppio appuntamento con la tappa del Vento de l’Alguer 2019 e la terza giornata della 2a tappa del Circuito Zonale J24

Doppio appuntamento con la vela oggi ad Alghero con la Ia prova del Campionato Vento de l’Alguer 2019 – Trofeo Nuova Capolino e la terza giornata di prove della II tappa -Trofeo Acque Minerali Santa Lucia del Circuito Zonale della classe J24.

Con l’organizzazione della Sezione della Lega Navale Italiana e con la collaborazione del Consorzio Porto di Alghero, ben ventitre yachts partecipanti e nove J24 si sono affrontati in due distinti campi di regata con vento rafficato fino a 24 nodi e onde oltre i 2 metri.

Per i J24, tre le prove disputate nelle acque antistanti Fertilia con un campo di regata che per via dei cambi del vento ha richiesto, di prova in prova, l’adattamento del percorso da parte del Comitato diretto per l’occasione dall’ottimo U.di R. Alberto Roggero. Circa 3 ore la durata complessiva delle prove caratterizzate da un vento difficile da interpretare (tra i 240° e i 270° e una velocità di 10 – 15 nodi) e in particolare boline lunghe e impegnative per gli equipaggi in gara.

Nella classifica generale della tappa del Circuito J 24 è sempre in testa “Vigne Surrau” (Aurelio Bini, Evero Niccolini, Pietro Alvisa, Roberta Piras, Danilo Deiana, Mauro Pisanu) che piazzatasi  al 1°, al 3° e al 4° posto nelle prove disputate conduce la classifica generale della tappa con 9 punti.  Grazie ai piazzamenti odierni, un 5°, un 1° e un altro 5° posto, “Aria “ (Marco Frulio, Mattia Meloni, Fabrizio Masia, Gianni Mura, Gianvito Distefano) risale la classifica generale dalla terza alla seconda posizione.

Molto particolare e tecnico il campo di gara selezionato dal Presidente del Comitato, U. di R. Francesco Franceschini, per la regata delle classi O.R.C. in gara e la Veleggiata con Rating F.I.V..

Dopo la partenza dallo stesso cancello e un breve tratto in comune con il campo di regata poi utilizzato per i J 24, le imbarcazioni partecipanti alla Veleggiata e a seguire quelle delle classi O.R.C. si sono dirette verso Punta Giglio con un percorso costiero seguito da un successivo bastone e ritorno per complessive 14 miglia circa. ”Bel percorso, ottima organizzazione”,  riferisce Antonello Casu armatore di Vitamina timonata per l’occasione da Giuseppe Rivieccio e vincitrice in tempo reale nella categoria Gran Crociera davanti a Picka 2 e L’Altra Luna in una prova che preannuncia un campionato molto combattuto. La classifica compensata delle classi O.R.C. sarà possibile solo quando saranno disponibili i certificati di stazza di tutte le barche oggi in regata.

15 aprile 2019