Ritardi degli aiuti per calamità naturale, Mario Bruno scrive a Pigliaru

Sollecito in Regione del primo cittadino di Alghero

“Le pratiche di risarcimento danni causati dalla grandinata dell’ottobre scorso vengano portate a conclusione ed il riconoscimento degli aiuti venga formalizzato al più presto”. È ciò che chiede il Sindaco di Alghero Mario Bruno al Presidente della Regione Francesco Pigliaru e agli uffici regionali in merito alle richieste formalizzate da cittadini e imprese agricole algheresi. Con una lettera inviata in Regione Mario Bruno ricorda che “ad oggi, ancora, non è stato dato alcun riscontro alle istanze e ciò sta causando un duro colpo alle aspettative di quanti attendono il ristoro dei danni subiti, con l’immaginabile aggravarsi dei disagi”.

“Le segnalazioni formali di danni subiti, – ricorda il Sindaco –  inoltrate alla data del 30 novembre 2018, in conformità alla normativa sull’ attivazione di interventi compensativi in materia di danni causati dalla calamità naturale sono prevenute in gran numero, a dimostrazione della forte incidenza negativa che ha colpito particolarmente le imprese agricole”. In seguito all’eccezionale evento calamitoso del 29 ottobre  2018, infatti,  sono stati  diversi e ingenti i danni riscontrati in città e nelle aziende agricole del territorio.

Le proporzioni consistenti della grandinata hanno leso pesantemente immobili, veicoli, nonché diverse tipologie di colture agricole. “I danni subiti in quei giorni e le evidenti conseguenze su cittadini e imprese – aggiunge –  hanno indotto questa Amministrazione a dichiarare, immediatamente, con delibera di Giunta n° 377 del 29 ottobre lo stato di calamità naturale ed a richiedere  il riconoscimento degli aiuti economici”.

6 febbraio 2019