La Power Club Alghero spicca al 1° Campionato Nazionale Sardo

Ancora ottimi risultati per il coach Michele Marras, Salvatore Caneo e Giuseppe Caria

Domenica 14 luglio, presso la palestra Crossfit di Oristano, la Sardinia drug Free association ha organizzato il 1° Campionato Nazionale Sardo di alzate di potenza “Powerlifting” della Nazione Sarda, alla quale hanno partecipato oltre 90 atleti tra i più forti provenienti da tutto il territorio sardo. Alghero non poteva esimersi dal partecipare a questa manifestazione di così alto livello ed è stata rappresentata da tre atleti della Power Club, atleti che vantano un palmares di tutto rilievo, due dei quali per ora gli unici algheresi che hanno partecipato ad un campionato mondiale di powerlifting, gara che si svolge in tre specialità di sollevamento pesi da portare a termine nell’arco della stessa giornata con un dispendio di energie fuori dal comune: squat, panca piana e stacco da terra con minimi di gara già prefissati e non alla portata di tutti. Stiamo parlando di Salvatore Caneo e Giuseppe Caria, già campioni mondiali nel 2013, 2014 e 2015 nonché detentori di primato mondiale il primo e italiani per ambedue. Con loro il coach Michele Marras, anche lui detentore di un titolo mondiale e partecipante come atleta con risultati davvero lusinghieri. Purtroppo, per motivi di lavoro, alla manifestazione non ha potuto partecipare un altro atleta di spicco della Power Club, Antonio Garau anch’esso pluri campione mondiale e detentore di record mondiale e italiano.

I risultati. Gli atleti della Power Club Alghero si sono piazzati nelle posizioni più alte del podio in più di una circostanza: due primi posti per Salvatore Caneo e Giuseppe Caria nella Deadlift e un secondo posto per Michele Marras nella panca piana. Una bella soddisfazione per la Power Club e per la città e ovviamente per gli atleti che, distogliendo tempo ed energie alle famiglie, hanno voluto lasciare un segno in una competizione importante.

“Siamo pienamente soddisfatti dei risultati ottenuti – hanno detto i tre atleti della Power Club Alghero – e felici per i principi che la società organizzatrice ha voluto abbracciare, affiliandosi alla WDFPF, federazione che bandisce per statuto l’uso di sostanze dopanti ponendo in primo piano l’atleta e la sua salute e non il risultato a qualsiasi costo”. I tre algheresi riferiscono, infatti, che anche in questa occasione sono stati eseguiti i test antidoping a più atleti estratti a sorte fra i partecipanti. Gli stessi atleti hanno ribadito il concetto di salute ancor prima del risultato, pur avendo loro stessi avuto risultati di tutto rispetto, brandendo l’appartenenza o l’affiliazione ad associazioni che non bandiscono esplicitamente l’uso di doping. “Vorremmo che fosse chiaro il messaggio che lo sport non ha bisogno di vincitori ma di partecipanti corretti e leali, che non facciano uso di trucchi più o meno leciti per prevalere a tutti i costi sugli altri” concludono Marras, Caneo e Caria.

17 luglio 2019