Basket, la Dinamo cede all’Auxilium

I giganti cadono al PalaVela di Torino nella sfida della 4° di ritorno 102–83

Non bastano un super Jaime Smith, al rientro dall’infortunio, da 26 punti e Tyrus McGee (20 pt) alla Dinamo Banco di Sardegna che cede all’Auxilium Torino nella sfida della 4°giornata di ritorno del campionato LBA. Gli uomini di coach Esposito pagano un primo quarto di grandissima energia dei padroni di casa, trascinati dalle altissime percentuali al tiro, e incassano un gap di 11 punti all’intervallo (57-46). Al rientro dalla pausa lunga i biancoblu non trovano energie e fluidità per fermare l’offensiva piemontese e invertire l’inerzia del match, che si chiude 102-83.

Coach Esposito manda in campo Spissu, McGee, Carter, Thomas e Cooley, l’Auxilium risponde con Wilson, Hobson, McAdoo, Jaiteh e Moore. Partenza bruciante dei padroni di casa che bombardano dall’arco e siglano il primo allungo con Wilson, Cotton e Moore. Il Banco apre le danze con Carter e Cooley; McGee riporta i biancoblu a contatto con un mini break di 5 punti. Ma l’Auxilium è in fiducia e porta il vantaggio in doppia cifra: ritorna sul parquet Jaime Smith che accorcia con tripla e 2+1. Dopo 10’ è 33-20. Torino prosegue la sua corsa condotta da McAdoo, Jaiteh e l’offensiva italiana con Poeta e Cusin. Dopo aver toccato il -20 è un ritrovato Jaime Smith a caricarsi la squadra sulle spalle e accendere la rimonta. L’ex Cantù sigla un break di 6 lunghezza, Cooley si unisce alla causa e firma il -10. L’Auxilium continua a bombardare ma la coppia Spissu-Carter chiude il primo tempo, alla seconda sirena il tabellone dice 57-46. In avvio del secondo tempo i padroni di casa continuano a bombardare con altissime percentuali: Smith e compagni non riescono a invertire l’inerzia, faticano a contenere l’offensiva piemontese e incespicano in attacco. Con un parziale da 24-14 al 30’ l’Auxilium in controllo 81-60. Negli ultimi 10’ non cambia l’inerzia del match, Torino scappa via e il Banco insegue. Al PalaVela finisce 102-83.

Sala stampa. Coach Vincenzo Esposito commenta il match a caldo: “Dispiace sempre commentare una sconfitta, siamo nella terza settimana in emergenza in cui ci alleniamo con 8-9 giocatori; dalla partita di Cantù non riusciamo ad allenarci al completo e in questo sport è fondamentale. Eravamo riusciti a creare un sistema che funzionava con tanto lavoro nei mesi scorsi ma dopo l’infortunio di Bamforth si sono susseguite una serie di eventi. È un momento complicato, si va avanti, si lotta e abbiamo bisogno del contributo di tutti. Adesso prepareremo la partita di Coppa Italia che non arriva in un momento facile. La cosa positiva di questa sera è il rientro nei ranghi di Smith, poi valuteremo nelle prossime ore la condizione di Magro, a Pierre e anche quella di McGee. La partita è sempre stata in controllo di Torino, noi abbiamo provato a rientrare ma in queste situazioni c’è bisogno di un solido sistema difensivo e offensivo ma noi abbiamo ancora difficoltà per le ragioni che ho spiegato. Un sistema richiede di poter lavorare sulle diverse situazioni e in queste settimane non siamo riusciti a farlo. Ma andiamo avanti, continuiamo a lottare e ci prepariamo al prossimo impegno”.

10 febbraio 2019