“Servizi sociali in vetrina, soluzione diabolica”

L'opinione di Maria Grazia Salaris - consigliere comunale Nuovo Centro Destra

Mario Bruno non finirà mai di stupirci, e così,  l’ ultimo colpo di genio in ordine di tempo, riguarda la sistemazione dei servizi sociali negli atelier de lo quartier; questo locali nati per essere dedicati alle mostre, alle esposizioni, dotati di ampie vetrine,  accoglieranno l’utenza dei servizi sociali. I nostri concittadini, che attraversano un momento di difficoltà, saranno messi in bella mostra da un’amministrazione che con questo ultimo atto dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, tutta la sua inadeguatezza e soprattutto insensibilità e superficialità.

Nessuno ha pensato a quanta delicatezza  e riservatezza si dovrebbe prestare in determinate situazioni, a quanto sia importante quel momento di privacy che garantisca in questi casi un buon colloquio con l’assistente preposta all’ascolto dei cittadini, che per qualsiasi motivo devono ricorrere ai servizi sociali. Vorremmo fare notare inoltre, che il centro cittadino è completamente sprovvisto di parcheggi liberi e quindi come spesso accade bisogna prevedere una spesa minima di qualche euro per raggiungere la piazza de lo quartier. Rivolgiamo un accorato appello all’amministrazione affinché riveda questa diabolica “soluzione”, individuando nei locali di Sant’Anna la nuova collocazione dei servizi sociali.

Negli ultimi anni il numero degli utenti è raddoppiato a causa di una crisi economica e sociale sulla quale questa amministrazione non è stata in grado d’intervenire se non con spot elettorali. Negli anni in cui ho ricoperto il delicato ruolo di assessore ai servizi sociali, ho avuto modo di conoscere la difficile realtà che vivono molte  famiglie della nostra comunità, che sempre con estrema dignità hanno affrontato la situazione.  Così come ho avuto modo di apprezzare la professionalità e serietà delle assistenti sociali e di tutti gli operatori del servizio che oramai da anni lavorano in quello che è senza dubbio il settore più delicato dell’amministrazione. Mario Bruno riveda la sua decisione perché i cittadini di Alghero non meritano tutto questo!

Maria Grazia Salaris, 11 agosto 2018