Diciottenne rischia la paralisi dopo il tuffo in mare

Ha battuto la testa dopo il tuffo e si trova ricoverato a Sassari con una sospetta lesione alla colonna vertebrale

Si trova attualmente ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Sassari e rischia di rimanere paralizzato un ragazzo diciottenne, originario di Novara, in vacanza in Sardegna, dopo un pericoloso tuffo nella spiaggia di Liscia Ruia. Il giovane ha battuto la testa dopo il tuffo e si sospetta una lesione alla colonna vertebrale. Le sue condizioni sono sembrate subito gravi. Un’ambulanza del 118 l’ha portato inizialmente all’ospedale di Olbia prima di essere trasferito a Sassari dove si trova tutt’ora ricoverato nel reparto di Neurochirurgia.

8 agosto 2015