Alla Pivarada un parco intitolato a Don Poddighe

Sabato la presentazione del progetto a San Giovanni Bosco

Un parco urbano per il quartiere della Pivarada, nasce nel tratto di via Asfodelo confinante con il viale Aldo Moro. Sarà dedicato a Don Gavino Poddighe, parroco di San Giovanni Bosco, anima della crescita del quartiere fin dai primi anni settanta. Un progetto che si attua in piena collaborazione con i residenti, che per mezzo del comitato di quartiere hanno sostenuto l’esigenza di un’area verde e per lo svago presso l’Amministrazione. Sabato scorso la presentazione del progetto nella sala parrocchiale di San Giovanni Bosco, dove il Sindaco Mario Bruno, l’Assessora con delega al quartiere della Pivarada Gabriella Esposito, l’Assessore alle manutenzioni Mario Nonne hanno illustrato i contenuti del programma e i tempi di attuazione.

Il progetto predisposto dagli uffici tecnici, responsabile del procedimento l’Architetto Giuliano Cosseddu, è pronto per intraprendere l’iter che a breve dovrà giungere alla gara d’appalto. La copertura finanziaria, oltre 150 mila euro, è garantita da fondi di bilancio, mentre la parte verde dell’opera sarà a carico del programma regionale Lavoras. “Nel segno della grande attenzione verso i quartieri della città – ha spiegato il Sindaco Mario Bruno – rispondiamo concretamente alle necessità di avere spazi verdi, aree ricreative per anziani e bambini, luoghi di socializzazione. Così come stiamo per Sant’Agostino, con il progetto del recupero dell’ex cotonificio, già finanziato, e con le iniziative negli altri quartieri, tra le quali quelle mirate a creare opportunità di sviluppo alla Pietraia con la No Tax Area a cui si aggiunge la realizzazione del micronido in via Malta e le previsioni di riqualificazione urbanistica”.

Per il quartiere Pivarada si tratta di una soluzione ottenuta al fianco dell’Amministrazione. “L’area in questione – ha spiegato infatti l’Assessora Gabriella Esposito – è rimasta per tanti anni in un limbo amministrativo dal quale è stata sollevata grazie al nostro impegno e portata nelle disponibilità immobiliari del Comune. Ora il quartiere ne godrà come è giusto che sia”. Il progetto di fattibilità passerà ora in Giunta per arrivare alla fase esecutiva in tempi brevi. “Stiamo lavorando su più fronti per rispondere alle esigenze di tutti i quartieri – ha spiegato l’Assessore Nonne –  e lo stiamo facendo in tutti i settori: dalle manutenzioni al verde al decoro, in stretta collaborazione con i residenti”.

Nella foto: la simulazione progettuale

11 febbraio 2019