Alghero, presunti favori edilizi: otto indagati

Sono otto le persone coinvolte nell'inchiesta della Procura di Sassari su una presunta corruzione nel comune di Alghero per accelerare pratiche edilizie.

Un funzionario 55enne del Comune di Alghero, ingegnere, due imprenditori edili e altre cinque persone sono coinvolti nell’inchiesta della Procura di Sassari su una presunta corruzione nel comune di Alghero per accelerare pratiche edilizie. Gli otto indagati sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di corruzione per l’esercizio della funzione, abuso d’ufficio, induzione indebita a dare o promettere utilità con il vincolo della continuazione.

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Sassari nei giorni scorsi, su disposizione della Procura sassarese, hanno notificato agli indagati l’avviso di chiusura delle indagini preliminari. I fatti contestati si sarebbero verificati tra luglio 2016 e maggio 2017. Secondo le indagini portate avanti dai Carabinieri del Noe, l’ingegnere del Comune avrebbe al tempo facilitato il rilascio delle concessioni edilizie ai due imprenditori che avrebbero ricambiato offrendo interventi edilizi gratuiti nell’abitazione del funzionario comunale.

Sempre secondo gli uomini del Noe l’ingegnere avrebbe anche indotto le altre cinque persone indagate a rivolgersi ad un architetto donna che all’epoca dei fatti era la sua compagna, per regolarizzare le pratiche edilizie presentate , intascando direttamente lui l’onorario.

23 settembre 2018