A Volontariamente Alghero e Primavera Onlus il concorso “Lo Presepi de l’Alguer”

Le Associazioni Volontariamente Alghero e Primavera Onlus si aggiudicano ex equo il primo premio da 1000 euro del concorso “Lo Presepi de l'Alguer” indetto dalla Fondazione Alghero e inserito nel programma di eventi “Més que un Mes”.

Le Associazioni Volontariamente Alghero e Primavera Onlus si aggiudicano ex equo il primo premio da 1000 euro del concorso “Lo Presepi de l’Alguer” indetto dalla Fondazione Alghero e inserito nel programma di eventi “Més que un Mes”. A designare i vincitori è stata una giuria composta da: Tonino Serra, interior and flower designer, presidente di giuria; Padre Rino, presidente con Tonino Serra della giuria; Renata Fiamma, architetto e vice presidente della Fondazione Alghero, segretario verbalizzante.

In considerazione della grande partecipazione e la qualità dei lavori in gara, la commissione ha avuto necessità di riunirsi in una seconda seduta per ragionare attentamente sulle proposte in gara e definire i vincitori e le menzioni d’onore. La giuria ha definito come primo criterio di valutazione l’intenzione di mettere tutte le proposte sullo stesso piano, cercando di cogliere e valorizzare gli aspetti positivi di ciascuna di esse e non fermandosi alla mera esecuzione dei presepi ma tenendo un grande considerazione fattori come impegno, emozionalità, accoglienza dimostrata, spirito comunitario, messaggi lanciati e coraggio espresso.

La commissione ha ripercorso attentamente le nove proposte in gara, decretando quanto segue: Menzioni d’onore ex equo: CCN Centro Storico e Istituto professionale per l’industria e l’artigianato; per la grande partecipazione dimostrata, per aver sposato appieno il senso del Natale e per la voglia di dare nuova vita agli spazi verdi della città e riutilizzarli come ambientazioni ideali per il presepe.

Terzo premio ex equo ( 200 euro a testa ): Comitato Festeggiamenti San Marco e Associazione Piazza Civica; per aver elaborato progetti contemplativi straordinari, in cui l’armonia generale e l’attenzione per i dettagli coesistono, ma soprattutto per aver rappresentato in maniera ineccepibile la classicità e la Bellezza assoluta, senza mai essere banali.

Secondo premio ex equo ( 200 euro a testa ): Istituto Fondazione Lavagna, Parrocchia Santa Maria Goretti e Coro Polifonico Algherese; per aver dato spazio all’innovazione, sia nella scelta dei materiali, spesso recuperati dagli scarti, riutilizzati e trasformati in piccoli capolavori, che nei registri utilizzati lontani dalla classicità e di grande impatto grafico e scenografico. Ma ancor di più per aver avuto il coraggio di osare lanciando attraverso piccole provocazioni e sottili dettagli messaggi coraggiosi ed universali di accoglienza, fratellanza ed uguaglianza.

Primo premio ex equo ( 500 euro a testa ): Associazione Volontariamente Alghero e Associazione Primavera Onlus; per aver rappresentato in maniera pura e autentica il senso della natività, per aver utilizzato ingegno e semplicità, sapienza e fantasia nell’elaborazione di presepi in grado di rappresentare non solo il Natale ma anche loro stessi come comunità. In particolare l’attesa e l’accoglienza dimostrata alla giuria, nonché la straordinaria emozione trasmessa, hanno colpito profondamente i giurati che all’unanimità hanno avuto il piacere di conoscere due realtà algheresi importanti e di premiarle con il primo premio. Le premiazioni avverranno il prossimo 2 febbraio, presso la Cattedrale di Santa Maria, in occasione dell’evento conclusivo di “Més que un Mes” con un concerto delle corali che hanno animato la città durante le festività natalizie.

18 gennaio 2019