Pulizia spiagge, Tedde: “Tar dichiara illegittimo l’appalto”. Il Comune: “nessuno stop”

"Nonostante la bastonata giudiziaria, - dichiara l'ex primo cittadino - Bruno prosegue i lavori utilizzando la ditta alla quale erano stati affidati in via d’urgenza con atto dichiarato illegittimo". Dall'aqmministrazione precisano: "nulla cambia"

“Bruno continua a pasticciare nella gestione dei lavori per la pulizia delle spiagge algheresi.” Così l’ex sindaco di Alghero Marco Tedde commenta la sentenza del TAR Cagliari del 12 di giugno che ha dichiarato l’illegittimità dell’appalto per l’affidamento del servizio triennale di pulizia degli arenili da 860 mila euro. “Abbiamo oramai capito che anche nella gestione delle ordinarie operzioni di pulizia delle spiagge Bruno e la sua Giunta non sanno che pesci prendere – denuncia Tedde.

L’ex primo cittadino di Alghero si dice preoccupato perché “Bruno in barba alle norme e al provvedimento giurisdizionale invece di dare immediata attuazione alla sentenza ha deciso di proseguire i lavori utilizzando la ditta alla quale erano stati affidati in via d’urgenza con atto dichiarato illegittimo. Arroganza e pressapochismo sono gli elementi che hanno caratterizzato le azioni di Bruno nella pulizia delle spiagge e nella gestione degli accumuli di posidonia. Un’eredità negativa che il nuovo sindaco Conoci saprà affrontare con la forza delle idee della grande squadra del centrodestra sardista e movimentista cittadino” – chiude Tedde.

Le precisazioni dell’amministrazione. “Nessuno stop alla pulizia dei litorali della città di Alghero” – si legge in una nota diffusa dall’Ufficio stampa del Comune di Alghero. “La sentenza del 12 giugno del Tribunale Amministrativo Regionale non riguarda la qualità del Bando, del Capitolato o le modalità di svolgimento del servizio, ma soltanto una valutazione circa il ricorso al soccorso istruttorio in sede di gara. Questione peraltro controversa e dibattuta”.

“Nulla cambia – sul versante più strettamente legato alla pulizia dei litorali di libera fruizione. Pertanto, nella mattinata odierna la Commissione di gara è stata prontamente riconvocata ed ha già concluso i propri lavori di valutazione delle offerte con l’individuazione del soggetto aggiudicatario in piena aderenza al Bando, al relativo Capitolato ed alla sentenza del Tar. Conseguentemente il servizio proseguirà senza alcun disagio, ma anzi con maggiori frequenze e con un numero maggiore di cestini da posizione sul litorale rispetto alle iniziali previsioni. Operazioni che, come da programma, saranno avviate dalle prossime ore – conclude la nota.

14 giugno 2019