Morte in corsia, Pais: “questi episodi non si devono più ripetere”

Il Presidente del Consiglio Michele Pais e l’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu hanno annunciato una collaborazione sempre più stretta sulla sanità sarda.

“La Sanità sarda deve  essere nuovamente al servizio del cittadino. Bisogna creare una sinergia tra Consiglio regionale e Giunta per garantire ai sardi il diritto alla salute garantito dalla nostra Carta Costituzionale”. Il Presidente del Consiglio Michele Pais e l’assessore regionale alla Sanità Mario  Nieddu  hanno annunciato una collaborazione sempre più stretta sulla sanità sarda.

“Episodi come quello accaduto nell’ospedale di Alghero dove una donna è morta mentre era in attesa di accertamenti – scrivono Pais e Nieddu – non devono più ripetersi. Attendiamo la chiusura delle indagini da parte della Procura per fare piena luce su questo episodio  ma non si può e non si deve perdere la vita in questo modo”.

Il Presidente del Consiglio e il titolare della Sanità, di concerto con la commissione permanente in materia presieduta da Domenico Gallus, hanno già previsto una serie di sopralluoghi nei nosocomi di tutta l’isola, partendo dalle strutture del Sassarese. “Vigileremo – ha concluso il presidente Pais – per assicurare ai sardi nuovamente il diritto ad essere curati nel rispetto della dignità della persona. Morire in ospedale non è degno di un paese civile”.

11 maggio 2019