“La volpe Moirano perde il pelo ma non il vizio”

L'ex consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde così commenta la Deliberazione assunta il 9 aprile con la quale il Direttore Generale di ATS Moirano ha nominato la commissione esaminatrice relativa alla selezione per il conferimento di 8 incarichi di direzione di strutture complesse di medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza relativi ai presidi ospedalieri unici di area omogenea

“La volpe Moirano perde il pelo ma non il vizio”. L’ex consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde così commenta la Deliberazione assunta il 9 aprile con la quale il Direttore Generale di ATS Moirano ha nominato la commissione esaminatrice relativa alla selezione per il conferimento di 8 incarichi di direzione di strutture complesse di medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza relativi ai presidi ospedalieri unici di area omogenea.

“A distanza di qualche giorno da un altro atto di arroganza costituito dallo scioglimento degli 8 Dipartimenti Salute Mentale e Dipendenze, Moirano prosegue imperterrito con atti di belligeranza contro il Presidente Solinas e la maggioranza di centrodestra, sardista e civica che ha vinto le elezioni regionali impegnandosi con i  sardi a riformare la sanità sarda e la demolizione dell’ATS –denuncia l’ex sindaco di Alghero.”

Secondo Tedde Moirano deve interrompere gli atti di organizzazione in itinere e deve revocare quelli assunti, anche per non costringere i prossimi amministratori della sanità sarda ad adottare atti uguali e contrari che equivarrebbe a calpestare ogni principio costituzionale di buon andamento della pubblica amministrazione, e quindi di  economicità, rapidità e efficacia. “E’ evidente che Moirano non può atteggiarsi a reuccio della sanità sarda, e che deve doverosamente chiedere al Presidente Solinas indicazioni e direttive che favoriscano  il nuovo progetto di struttura e di governo della sanità della regione”.

“Siamo convinti che non può essere consentito ad un pubblico funzionario lautamente retribuito di disattendere in modo levantino  i progetti politici di una coalizione che ha ottenuto dai sardi l’investitura per governare la Sardegna e riformare la sanità” –chiude Tedde.

11 aprile 2019