“La maggioranza perde i pezzi prima ancora di iniziare a lavorare”

I rappresentanti di Sinistra in Comune intervengono dopo la prematura morte del gruppo consiliare della Lega: "basteranno questi pochi giorni al dottor Conoci per riprendere il ruolo che gli elettori gli hanno affidato, o vuole continuare a lasciare la scena al tutor che l’alleato lombardo gli ha affidato, limitandosi a fare la parte dell’attore non protagonista?"

“Bene ma non benissimo: dobbiamo aspettare l’ultimo giorno utile per veder operativo il Consiglio Comunale e speriamo non anche per la giunta. Speriamo anche che in questi giorni al Sindaco venga finalmente riconosciuto il suo ruolo, e che non continui ad apparire degradato a Vicesindaco dai baroni lombardi della Lega, nel rispetto della volontà non solo dei suoi elettori ma di tutta la comunità algherese”. Così in una nota i rappresentanti di Sinistra in Comune.

“In tutto questo il sudoku delle nomine non torna – continuano -. Un mese non è bastato per assicurare alla numerosa coalizione di centro destra i giusti pesi e contrappesi. Una maggioranza che ha iniziato a perdere pezzi prima ancora di trovarsi riunita ed iniziare a lavorare, deve fare i conti con pressioni interne ed esterne che ne stanno minando l’autorevolezza. Il gruppo misto si fa di giorno in giorno più affollato poichè i gregari sono chiamati a lasciare spazio a chi ha succhiato la ruota fino ad ora”. Così in una nota i rappresentanti di Sinistra in Comune”.

“Sicuramente non parliamo di meritocrazia né di competenze acquisite sul campo nella scelta degli assessori se, voci di corridoio danno come possibile assessore una ex candidata alle europee alla quale dare un misero premio di consolazione. La morte prematura del gruppo consiliare della lega salviniana sarebbe un atto di ripicca contro decisioni prese in brianza. Una dannosa perdita di tempo, in uno dei mesi chiave della stagione turistica i cui effetti iniziano ad essere evidenti a partire dalla raccolta dei rifiuti. Basteranno questi pochi giorni al dottor Conoci per riprendere il ruolo che gli elettori gli hanno affidato, o vuole continuare a lasciare la scena al tutor che l’alleato lombardo gli ha affidato, limitandosi a fare la parte dell’attore non protagonista?” – concludono da Sinistra in Comune

10 luglio 2019