Conoci: “lavoreremo per alleviare il peso fiscale almeno al livello locale”

Il candidato a sindaco della coalizione di centro-destra interviene con delle proposte di riduzione dei tributi locali.

“In un paese nel quale la pressione fiscale ha raggiunto livelli non più sopportabili, noi lavoreremo per alleviare il peso fiscale almeno al livello locale. –  così Mario Conci candidato a Sindaco della coalizione di centro-destra sardista, autonomista e civica – Il mio staff sta, infatti, già da tempo studiando alcune importanti misure a sostegno della nascita di nuove imprese giovanili e micro imprese, soprattutto nei settori strategici dell’economia algherese. In particolare, stiamo lavorando alla riduzione dell’IMU e dei tributi comunali per le imprese con l’obbiettivo di consentire la liberazione di risorse finanziarie da immettere nel sistema degli investimenti”.

“I benefici fiscali saranno, in particolare, legati al numero di mesi di apertura per le strutture ricettive e turistiche ed all’incremento degli addetti per le altre attività commerciali artigianali e di servizi. Sono allo studio, inoltre, concrete misure capaci di incentivare l’utilizzo delle case sfitte prevedendo sgravi per i proprietari che affittano a determinate condizioni. Uno dei nostri obbiettivi – sottolinea il candidato Sindaco di Alghero – è poi l’adozione di efficaci misure a sostegno delle famiglie attraverso specifici strumenti di politica fiscale quali il quoziente familiare ed un piano di riduzione delle tariffe”.

“La riduzione della pressione fiscale locale sarà accompagnata dalla contestuale intensificazione dell’azione di recupero dell’evasione in materia di tributi locali con l’obiettivo di restituire alla SECAL l’attività di accertamento con il suo conseguente rafforzamento e rilancio. Un progetto ambizioso che passerà necessariamente attraverso l’attenta valutazione del disastroso rapporto con la STEP e con una capillare attività di revisione delle regole che dovranno diventare certe, di facile applicazione e non interpretabili. In questo modo saremo in grado di avviare entro i primi 18 mesi di consiliatura un efficace piano di mitigazione della pressione fiscale locale” – chiude Conoci.

14 giugno 2019