Profugo trova portafoglio con soldi e lo restituisce: aveva chiesto elemosina tutto il giorno

“Ho fatto solo quello che ogni persona dovrebbe fare", ha commentato Emmanuel, 29enne nigeriano, residente in un comune della provincia di Biella. Il migrante passa ogni giorno davanti ad un supermercato facendo l'elemosina. All'interno del portafogli c'erano 175 euro: lui non ha toccato neanche un centesimo.

Emmanuel è abbastanza conosciuto dai carabinieri di Andorno Micca, comune del Biellese, dove il 29enne nigeriano vive da qualche tempo. Il profugo vive con pochi soldi che riesce a racimolare facendo l’elemosina al supermercato Conad. E così quando i militari dell’Arma l’hanno visto arrivare in caserma, sono rimasti sorpresi. Solitamente erano loro che andavano da Emmanuel per controllarlo. Il ragazzo si è presentato da loro e ha detto: “Devo consegnare un portafoglio, qualcuno lo ha perso”.

Emmanuel lo aveva trovato poco prima in via Milano, mentre, come tutti i giorni, stava tornando dal supermercato Conad di Andorno dove tutte le mattine si reca per chiedere l’elemosina. Nel portafoglio restituito ai carabinieri c’erano documenti, varie carte di pagamento e soprattutto contanti per 175 euro e 70 centesimi: una bella cifra, soprattutto per chi vive alla giornata come il 29enne nigeriano, che quei soldi riesce a metterli insieme forse in un mese. Ma lui non ci ha pensato nemmeno un attimo a fare il furbo. Il portafogli stato restituito a un residente ad un 48enne di Vercelli che ne aveva già denunciato lo smarrimento. “Ho fatto solo quello che ogni persona dovrebbe fare”, ha commentato Emmanuel a Repubblica. Perché essere corretti con se stessi è la cosa giusta da fare”. Il proprietario ha confermato che all’interno vi fossero “forse 150 euro, forse di più” e ha ringraziato Emmanuel.

Tratto da www.fanpage.it ©

 

Biagio Chiariello, 20 dicembre 2016