Porto Torres, 40 chili di sabbia nel Suv: nei guai coppia francese

I due sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria di Sassari per il reato di furto con la circostanza aggravante di aver sottratto un bene destinato alla pubblica utilità: rischiano la reclusione da uno a sei anni.

Nel tardo pomeriggio di ieri, presso gli imbarchi del porto di Porto Torres, militari della locale Tenenza della Guardia di Finanza, hanno proceduto al sequestro in flagranza di reato di quasi 40 kg di sabbia bianca asportata dalle spiagge sarde. Il tutto è accaduto nel corso dei controlli all’imbarco dal traghetto diretto a Tolone (Francia), quando, terminati i controlli di rito in materia di stupefacenti, l’attenzione dei militari si spostava su numerose bottiglie stipate nel portabagagli di un Suv: in particolare appariva chiaro che le 14 bottiglie di colore trasparente, contenevano sabbia.

Successivamente i passeggeri sono stati accompagnati presso la Tenenza dove, esaminato il contenuto delle bottiglie, si accertava trattarsi di granelli di arenile sottratti da una delle più belle spiagge della Sardegna, quella di Chia. A loro discolpa la coppia si è giustificata dichiarando di non essere a conoscenza di aver commesso un illecito, avendo solo voluto portar via un ricordo, un souvenir della vacanza in Sardegna.

I due cittadini francesi sono stati quindi denunciati all’Autorità Giudiziaria di Sassari per il reato di furto con la circostanza aggravante di aver sottratto un bene destinato alla pubblica utilità e ora rischiano la reclusione da uno a sei anni.

16 agosto 2019