Nuovo Cra, “un immenso punto interrogativo per gli anziani”

Sul voto di ieri in Consiglio arriva il commento degli esponenti algheresi della Lega

Questa è l’immagine che meglio può spiegare il futuro dei nostri vecchietti: un immenso punto interrogativo che li schiaccia! Ieri in consiglio comunale, dopo una dura battaglia durata 7 ore, con un solo voto di differenza, la maggioranza ha approvato la delibera che impegna la futura amministrazione che arriverà a maggio a costruire un nuovo centro residenziale anziani”. A scriverlo in una nota gli esponenti algheresi della Lega.

“Durante la seduta, la maggioranza targata Bruno, dopo aver incassato uno stop di tipo tecnico dal nostro consigliere Pais, si è ritrovata a dover cercare una soluzione all’ennesimo pasticcio amministrativo portato in aula, segno evidente del fatto che non sono le persone più adatte a prendere certe decisioni. Dopo uno scambio di vedute piuttosto acceso tra il nostro consigliere lega e il presidente del consiglio, la richiesta formale di dimissioni al Sindaco, l’opposizione ha preparato una risoluzione con la quale chiedeva che si provvedesse alla ristrutturazione del vecchio cra. Purtroppo l’epilogo non è dei migliori! con 10 voti a favore e 9 contrari passa la delibera del Sindaco e della maggioranza. Questa è una delle tante “eredità” che Bruno lascia a chi gli succederà alla guida della città. Questa in particolare però riguarda gli anziani, che meriterebbero molto più rispetto”.

“Con questa delibera il Sindaco condanna gli anziani a passare almeno altri 3 anni nell’ex ostello della gioventù di Fertilia, in condizioni pessime. La Lega fin da luglio si è schierata a favore della ristrutturazione della sede storica del C.r.a. per svariate ragioni. Prima fra tutte, è la scelta più veloce per far tornare a vivere in una struttura adeguata i 75 anziani ora ospitati nell’ex ostello della gioventù che non è assolutamente idoneo alle loro esigenze. Secondo, l’importo che la Regione ha messo a disposizione non da spazio a molte manovre. Non si può pretendere di costruire un nuovo C.r.a. senza avere già da ora tutte le coperture finanziarie, si rischierebbe di non portare a compimento l’opera, lasciando così i vecchietti senza un tetto sulla testa. Terzo, comunque il vecchio c.r.a. va sistemato, perché non rifare quantomeno il tetto esporrebbe tutta la struttura a nuovi danni aumentandone i costi di ristrutturazione in vista di un nuovo uso civico, tipo ospitare degli uffici comunali che attualmente pagano un affitto”.

“Bisognerebbe governare con il buonsenso, come se si stesse amministrando casa propria… quanti di noi si sarebbero così fortemente indebitati senza avere la certezza di reperire i soldi necessari per poter finire il lavoro? Nessuno. Quanti sanno che un eventuale mutuo richiesto dal comune per trovare i 4 milioni che restano fuori dal finanziamento regionale, impegneranno le già vuote casse comunali e impediranno in futuro di fare altre opere magari di ordinaria amministrazione?”

“Oltre al rischio di non avere la nuova struttura, si perderà anche la vecchia se non si interviene prontamente sul tetto. Si indebita il comune. Si lasciano gli anziani nell’ex ostello con tutti i disagi e i problemi di quella struttura non adatta alle loro esigenze. Un fallimento su tutta la linea! che loro scaricano però su altre spalle, sapendo bene che gli algheresi non gli rinnoveranno la fiducia a maggio. È per tutti questi motivi che chiediamo da tempo le dimissioni di questo sindaco…. un commissario avrebbe fatto meno danni. Danni che pagheranno purtroppo i nostri anziani in questo caso. Grazie Sindaco Bruno” concludono dalla Lega.

13 ottobre 2018