Cartelle pazze, Pais (Lega): “Si dimettano Sindaco e Giunta”

"Facciamo un referendum per chiedere ai cittadini se sono a favore della privatizzazione. Dopo l’assessore Tanchis, si dimetta anche il sindaco"

“Il Comune di Alghero ha anticipato i regali di Natale: nelle case degli algheresi in questi giorni stanno arrivando cartelle pazze, conseguenza della privatizzazione del servizio di riscossione delle entrate”. Lo scrive, in una nota, il consigliere comunale della Lega, Michele Pais.

“La mia battaglia contro questa scelta della giunta Bruno è iniziata in tempi non sospetti. E’ stato privatizzato uno dei servizi più importanti del comune, la gestione dell’accertamento e riscossione dei tributi. Come prevedibile, ora la Step, privato a cui è stato affidato il servizio, pensa solo al suo utile con ricadute negative per i nostri residenti e le nostre imprese, vantando aggi fino a 10 volte maggiori rispetto a quelli pagati alla Secal (società a disposizione del comune prima che il servizio venisse affidato alla Step)” sottolinea Pais.

“A questo punto – prosegue l’esponente leghista – è giusto che scelgano i cittadini. La proposta è quella di fare un referendum, in questo modo gli algheresi potranno esprimere la propria preferenza. La questione non risparmia neanche banchi della Giunta dove ha lasciato il suo incarico anche l’assessore alle Finanze Gavino Tanchis. Sono quindi maturi i tempi durante i quali anche il sindaco Mario Bruno dovrebbe fare un passo indietro. Pertanto chiedo le sue dimissioni immediate, prima che questa amministrazione continui a produrre danni a discapito di tutta la comunità algherese”.

8 dicembre 2018