Spaccio di stupefacenti e riciclaggio: arrestato studente 23enne

I carabinieri hanno scoperto che il giovane aveva le chiavi e la materiale disponibilità di un capannone adibito a carrozzeria per il riciclaggio di auto rubate. Il piano superiore era destinato ad essiccatoio per la marijuana. Sequestrati 14 kg di droga

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Bonorva hanno arrestato S.T., 23enne studente di Macomer, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e riciclaggio di autovetture rubate.  Le indagini sul furto di una Alfa Romeo 147 rubata a Bonorva due mesi fa hanno portato i militari ad un capannone chiuso da anni per fallimento nella zona industriale di Macomer. Sono bastati pochi altri controlli per accertare che il giovane studente aveva le chiavi e la materiale disponibilità del deposito. La perquisizione ha rivelato che il capannone era stato adibito a carrozzeria per il riciclaggio di auto rubate mentre il piano superiore era destinato ad essiccatoio per la marijuana.

E’ stata rinvenuta la 147 rubata a Bonorva, ormai completamente smontata di parti meccaniche e di carrozzeria ed il numero di telaio cancellato. Numerose parti di altre autovetture, targhe e documenti di due veicoli rubati erano immagazzinati con cura. Ben nascosto è saltato fuori anche un panetto di quasi mezzo chilo di cocaina, oltre a diversi sacchi di marijuana già pronti per lo smercio ed altri boccioli di “erba” distesi ad essiccare, il tutto per oltre 14 kg. di droga.

In casa del giovane è stato rinvenuto un altro piccolo quantitativo di marijuana ed un bilancino. Il 23enne è stato condotto alla casa circondariale di Oristano e nella mattinata di ieri sottoposto ad interrogatorio di garanzia dal GIP del Tribunale di Oristano che ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.

13 aprile 2019