Regionali, Bruno rinuncia alla candidatura

"Metterò a disposizione la mia persona per un’altra consiliatura ad Alghero"

“Vorrei concludere il mandato da Sindaco nella mia città di Alghero, quindi non sarò candidato alle regionali di febbraio”. Con un post su Facebook, Mario Bruno ha annunciato che non parteciperà alla competizione elettorale in programma tra poco più di un mese.

“Vorrei concluderlo perché c’è la parte più importante, quella di prospettiva, che vorrei portare a compimento: il piano urbanistico comunale (curato da Zoagli e Peghin e completato ora dai progetti guida che daranno un’anima allo sviluppo, a firma Joan Busquets) quello dei litorali, il piano urbano del traffico e il piano della bonifica, quello del porto. E poi, le opere da completare (la piscina coperta, per esempio, la rete del gas), quelle pronte da avviare (circonvallazione già accantierata, mercati, nuova scuola con auditorium musicale, asilo nido, ponte di Fertilia, riqualificazione municipio, sagrato di Sant’Agostino, ex cotonificio, rotonda del Caragol, il parco alla Pivarada…). Poi c’è la quattro corsie ancora da conquistare, la pulizia della città da completare e la differenziata da portare oltre il 70% (e manca poco)” scrive sempre sul post.

“E poiché forse un mandato non basta per completare tutto il lavoro, se i miei concittadini me lo chiederanno, se servirà farlo, metterò a disposizione la mia persona per un’altra consiliatura ad Alghero. Dico grazie a Massimo Zedda, al quale continuerò a stare a fianco in tutti i modi possibili, ai tantissimi amici che da ogni parte della nostra Isola, semplici cittadini e personalità, mi hanno chiesto un impegno diretto in Regione. Ci sarà, ma da Sindaco della mia Città”.

“Ho riflettuto, perché forse anche fuori da Alghero il consenso è cresciuto e avere un ruolo di primo piano al Governo della Regione può servire, ma in cuor mio, non ho mai dubitato: il mio impegno politico è ora fra la mia gente, portandone insieme i pesi e le scelte di sviluppo che, grazie all’impegno di tutti, dei consiglieri e degli assessori, ma anche dei miei concittadini, vanno a concretizzarsi proprio nella fase finale della consiliatura. Un impegno gravoso, totalizzante, ma bello, in pienezza, che nonostante tutto, vale la pena proseguire, se si vive la politica come servizio, senza badare ad altro” conclude Bruno nel post su Facebook.

12 gennaio 2019