Guidare in inverno, perché scegliere un pneumatico invernale?

Gli pneumatici invernali, definiti anche gomme da neve o gomme termiche, a differenza di quelli estivi hanno particolari caratteristiche che li rendono adatti a temperature tipiche invernali, vale a dire temperature uguali o inferiori ai 7°C, oppure a condizioni meteorologiche particolarmente ostiche, quali pioggia, neve o addirittura ghiaccio. E’ importante seguire attentamente le norme in merito al cambio di gomme per avere pneumatici che possano garantire in ogni condizione e in ogni stagione un’ottima aderenza alla strada, condizione necessaria per una corretta sicurezza stradale.

Per avere maggiori informazioni su come valutare lo stato di usura delle proprie gomme, quali sono i pneumatici più ideali per l’inverno sul sito di Oponeo.it sono presenti una serie di approfondimenti (il sito, si può raggiungere a questo indirizzo: https://www.oponeo.it).

Ma come si riconoscono i pneumatici invernali? E’ molto semplice. Essi sono contraddistinti dalla particolare struttura del battistrada, concepita proprio per trattenere la neve tra le lamelle. Ma anche i simboli possono venirci in aiuto. Gli pneumatici invernali hanno il simbolo M+S, e quelli migliori presentano anche un simbolo di fiocco di neve all’interno di una montagna a tre cime (Three Peak Mountain Snow Flake o 3PMSF) oppure tre cristalli di neve. Ovviamente tali simboli sono una convenzione, atta ad indicare e certificare l’idoneità dello pneumatico a temperature invernali. Il simbolo, inoltre, garantisce che lo pneumatico ha superato correttamente tutti i test specifici, cosa importantissima affinché risulti a norma di legge. In realtà, però, le norme europee contemplano semplicemente il simbolo M+S quale certificatore di adeguamento alla norma.

Ciò che rende uno pneumatico invernale adeguato alle temperature tipiche della stagione sono la mescola e la scolpitura della gomma, che hanno le caratteristiche giuste per condizioni di meteo sfavorevoli. In particolare, è stato provato che con uno pneumatico invernale vi è un miglioramento nella frenata su strada ghiacciata rispetto ad uno pneumatico estivo. Inoltre, lo pneumatico invernale presenta un codice velocità più basso rispetto a quello estivo; ciò è dovuto alla composizione della gomma, che rimanendo più flessibile riscalda maggiormente il battistrada ad alte velocità, ma anche dai tasselli del battistrada, che indeboliti dalle lamelle provocano riscaldamento e deformazione.

Quindi, perché scegliere uno pneumatico invernale anziché mantenere quello estivo? Innanzitutto, perché la gomma invernale è ricca di silice, una sostanza che permette di avere maggiore aderenza alla strada in caso di freddo. I tasselli risultano più elastici e ciò garantisce un attrito maggiore durante la guida, che in ogni caso deve essere sempre prudente. Inoltre, i tasselli sono più pronunciati rispetto a quelli presenti su gomme estive e sono muniti di lamelle, disegnate a zig-zag, che si riempiono di neve e riescono a rimanere salde sul fondo della strada. Facendo attenzione, si potrà vedere anche la presenza di profondi canali tra i tasselli, che hanno il preciso scopo di drenare quanta più acqua possibile, e quindi rendono lo pneumatico sicuro anche in caso di forti piogge.

E’ bene specificare, però, che lo pneumatico invernale presenta un’usura maggiore in caso di temperature miti o in assenza di neve, quindi è necessario valutare il corretto stato della gomma nel momento in cui la si monta. Per una maggiore sicurezza, però, è bene prestare attenzione anche al consumo del battistrada, che non deve scendere al di sotto dei 3,5-4,5 millimetri di profondità.

Per quanto riguarda il codice della strada in materia di cambio gomme, è previsto che l’obbligo di avere pneumatici da neve o catene a bordo dell’autovettura scatta il 15 novembre 2018 e rimarrà in essere fino al 15 aprile 2019. Chi non è in regola, dunque, è bene che si accinga ad esserlo, se non si vuole incorrere in una sanzione amministrativa, che parte da 41€ e può arrivare anche a 335€. Per montare e smontare le gomme è previsto un periodo di 30 giorni prima per montarle e 30 giorni dopo per smontarle, come stabilito da una circolare del Ministero dei Trasporti.

La legge prevede l’utilizzo di catene in maniera obbligatoria su strade in cui vi è posto il cartello blu rotondo che raffigura proprio uno pneumatico con catene. Allo stesso modo, si è a norma di legge se al posto delle catena abbiamo adeguatamente provveduto a cambiare le gomme sostituendole con quelle invernali.

14 novembre 2018