Milano, 18enne ucciso con due colpi di cacciavite al cuore dopo una lite

L’efferato omicidio, nella notte, in piazza Tirana. Pare che tutto sia nato da una lite, poi degenerata nel sangue. L’aggressore ha rischiato il linciaggio prima di essere arrestato dai carabinieri.

Notte di sangue, quella appena trascorsa, in piazza Tirana a Milano, teatro di un efferato omicidio consumatosi per strada, davanti agli occhi di molte persone. Poco prima della mezzanotte, infatti, una lite della quale non si conoscono ancora i motivi è scoppiata tra un 18enne di origini egiziane e un altro uomo, anch’egli straniero. Dall’alterco verbale si è subito passati ai fatti: il 18enne è stato colpito due volte al cuore con un cacciavite. Sul posto sono intervenute due ambulanze e un’automedica, che hanno trasportato il ragazzo all’ospedale San Paolo, dove purtroppo è deceduto poco dopo il ricovero.

Gli amici della vittima, dopo il ferimento a morte del 18enne, si sono scagliati contro l’aggressore, gettandolo per terra e cominciando a colpirlo con calci e pugni. Il malvivente è stato salvato dal linciaggio soltanto grazie all’arrivo dei carabinieri. L’aggressore è stato fermato e portato in caserma dai militari dell’Arma di Porta Genova, che adesso indagano sull’accaduto per risalire al movente della lite e del conseguente omicidio.

Tratto da www.fanpage.it ©

Valerio Papadia, 9 luglio 2017