Artigianato, 1,4 milioni di agevolazioni per le imprese isolane

Nel biennio 2015-16 sono risultate ammissibili ai contributi 363 domande per un totale di agevolazioni in favore di micro, piccole e medie imprese che ammonta a 1.409.767,71 euro. È l’esito dell’esame del Comitato tecnico regionale, riunitosi da Artigiancassa, che ha stipulato con l’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio una convenzione per l’istruttoria delle domande e l’erogazione degli interventi.

Francesco Morandi4

Bilancio positivo sugli incentivi previsti dalle leggi 949/52 e 240/81 per l’accesso al credito degli artigiani. Nel biennio 2015-16 sono risultate ammissibili ai contributi 363 domande per un totale di agevolazioni in favore di micro, piccole e medie imprese che ammonta a 1.409.767,71 euro. I contributi produrranno investimenti per un totale di circa 16 milioni. È l’esito dell’esame del Comitato tecnico regionale, riunitosi da Artigiancassa, che ha stipulato con l’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio una convenzione per l’istruttoria delle domande e l’erogazione degli interventi.

Sono state approvate 121 richieste del 2015, per un totale di circa 440 mila euro di agevolazioni, ed esattamente il doppio (242) del 2016, per un totale di circa 970 mila euro di contributi. Per quanto riguarda le tipologie d’intervento, la legge 949/52 prevede la concessione di contributi in conto interessi e in conto capitale in regime ‘de minimis’, mentre la 240/81 fornisce analoghi benefici in conto canoni previsti per i contratti di leasing: delle 363 domande accolte, 307 riguardano interventi relativi al credito bancario, le restanti 56 sono finalizzate a contratti di ‘leasing’.

“Le leggi 949 e 240 sono indubbiamente strumenti di agevolazione e incentivazione che nel tempo si sono dimostrati tra i più efficaci per l’accesso al credito – dice l’assessore Francesco Morandi – perciò sono particolarmente graditi, attesi e utilizzati dalle imprese di settore, anche grazie a modifiche e a innovazioni che l’assessorato ha voluto apportare alle direttive applicative. La Regione ha messo a disposizione un concreto sostegno – aggiunge – che, mediante l’abbattimento degli interessi sui mutui e dei canoni di locazione finanziaria, insieme alla previsione dei contributi in conto capitale, testimonia dell’indispensabile attenzione rivolta a un comparto fondamentale per la realtà produttiva ed economica regionale”.

20 dicembre 2016