Uri, la Sagra del Carciofo diventa solidale

Dalla valorizzazione e tutela del territorio alla solidarietà. Quest’anno la ventinovesima Sagra del Carciofo di Uri diventa solidale e sposa la battaglia nata dall’hashtag #IostoconPaolo e il progetto Comici Sardi Uniti contro la SLA.

La Sagra si fa solidale. Dalla valorizzazione e tutela del territorio alla solidarietà. Quest’anno la ventinovesima Sagra del Carciofo di Uri diventa solidale e sposa la battaglia nata dall’hashtag #IostoconPaolo e il progetto Comici Sardi Uniti contro la SLA. La serata di sabato 9 marzo, infatti, sarà animata dagli artisti che hanno deciso di raccogliere fondi per la ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica, malattia degenerativa che ha costretto Paolo e altre centinaia di giovani in tutta Italia a vivere su una sedia a rotelle. Tredici tra musicisti, cabarettisti, tenores e comici hanno partecipato al progetto registrando un disco di otto tracce il cui ricavato va al SLA Dream Team, ricerca per la malattia che sta raccogliendo fondi in tutta la nazione. L’ideatore dell’iniziativa è Christian Luisi, uno dei membri del gruppo comico Battor Moritteddos che sabato dalle 20:30 si esibiranno sul palco di piazza Repubblica.

Il trio lascerà poi spazio a Maria Giovanna Cherchi, Enzo Mugoni, Francesco Porcu, Giuseppe Masia e l’artista di Ploaghe Soleandro. Già da oggi nel paese di Uri è possibile acquistare il cd nelle attività che espongono la locandina e sabato sera i dischi saranno disponibili nel banchetto in piazza Repubblica. Il cd contiene la traccia “Per chi non lo Sla” canzone simbolo della battaglia che da oltre un anno porta gli artisti in giro per le piazze per supportare coloro che convivono con questa dura malattia. La 29° Sagra del Carciofo inizierà sabato con la serata di beneficenca e proseguirà fino alla domenica sera quando, dalle 20:30, il palco di piazza Alisa ospiterà la liveband “Carletto e i suoi Mostri”

27 febbraio 2019