Solinas “stoppa” la nuova Continuità territoriale

"Resterà sospesa in attesa di essere sostituita dal nuovo modello che noi proponiamo" ha detto il neo governatore

La nuova continuità territoriale aerea in Sardegna non partirà il prossimo 17 aprile. Lo ha annunciato ieri il neo presidente della Regione, Christian Solinas, dopo aver partecipato in videoconferenza al vertice a Bruxelles, nella sede della Commissione europea, con il direttore Trasporti aerei della Dg Move (direzione generale mobilità e trasporti) Filip Cornelis, il direttore Trasporti della Dg Concorrenza, Henrik Morch, e la direttrice Affari giuridici della Dg Move Barbara Jancovec.

Sul modello che sarebbe dovuto partire ad aprile c’è un esposto presentato da Ryanair. “Resterà sospesa in attesa di essere sostituita dal nuovo modello che noi proponiamo – ha dichiarato Solinas – La nuova maggioranza intende ridefinire il nuovo schema entro un anno con il doppio obiettivo di reintrodurre la tariffa unica, garantendo così sia il diritto ai mobilità dei sardi ma anche l’accessibilità dei turisti all’Isola, e la continuità anche sugli aeroporti minori”.

“Nel frattempo si dovrà gestire la transizione – ha spiegato il governatore – prorogando l’attuale regime oppure adottando il nuovo senza, però, le compensazioni da parte pubblica. Una decisione in tal senso è stata assunta da Air Italy per quanto riguarda le rotte da Olbia. L’auspicio di Solinas è che anche Alitalia accetti questo regime per i voli da Cagliari e Alghero. L’8 aprile si dovrebbe conoscere la decisione di Alitalia, che intanto è stata già convocata per quest’oggi da Solinas, e quindi quale regime adottare nell’anno di transizione.

27 marzo 2019