Sindacato Balneari, parla Fois: «Maggiore coinvolgimento degli operatori nel 2015»

Fabio Fois, Presidente del SIB provinciale di Sassari - Confcommercio Nord Sardegna, relativamente ad Alghero, fa il punto della situazione della stagione estiva appena trascorsa e lancia un appello per la prossima stagione.

Fabio Fois, Presidente del SIB provinciale di Sassari – Confcommercio Nord Sardegna, relativamente ad Alghero, fa il punto della situazione della stagione estiva appena trascorsa.

«Sicuramente, afferma Fois, una stagione positiva per le aziende che operano nel comparto balneare ad Alghero, anche se non ci voleva molto per migliorare i disastrosi anni passati». Fortunatamente la clemenza del tempo (a parte una parentesi nel mese di luglio) anche  rispetto a molte altre parti d’ Italia, ha influito notevolmente sulla ripresa del 2014.

Il Presidente Fois rimarca l’importanza che hanno in città le imprese balneari, i così detti “Stabilimenti Balneari”, che negli anni hanno visto migliorare notevolmente la loro professionalità non soltanto nei servizi ma, soprattutto, nelle attività di supporto alla sicurezza balneare. La collaborazione con le proprie unità di soccorso con l’iniziativa della capitaneria di Porto “Mare Sicuro”; gli interventi di primo soccorso su piccoli malori, escoriazioni, punture d’insetti ecc. hanno contribuito notevolmente a limitare il via vai nei pronto soccorso cittadini, diventando cosi punto di riferimento per tutti i bagnanti che affollano le spiagge algheresi.

Tuttavia, nonostante l’importante ruolo che rivestono le imprese balneari in chiave turistica «mi dispiace sottolinearlo – aggiunge Fois – ma si hanno ancora oggi difficoltà ad avere, per tempo, tutte le autorizzazioni necessarie per aprire le attività perfettamente in regola e non incorrere in sanzioni».

«Pensiamo  sia il momento – prosegue il Presidente Fois – che da parte delle Istituzioni venga riconosciuta l’importanza turistica che le nostre imprese hanno, non soltanto come “venditori di ombra”, ma come attività indispensabili per il futuro turistico della città. Vorrei far notare che nei nostri impianti i turisti ed i cittadini locali, che sono più di quelli che si pensa, passano l’80% del tempo delle ore diurne che trascorrono durante l’estate».

«Detto questo – conclude Fois – chiediamo invece un coinvolgimento da parte dell’Amministrazione comunale di Alghero per la pianificazione della prossima stagione estiva 2015; per la pulizia delle spiagge; per la sicurezza sui litorali; per il PUL e nelle attività volte a risolvere il problema della Marea Gialla. Quest’ultimo problema, nonostante negli ultimi tempi se ne parli poco, continua ad essere una inquietante presenza quotidiana nelle nostre “acque limpide».

11 novembre 2014