Professione Robot: un viaggio nel nostro futuro, in un mondo popolato da macchine e robot

Immaginate un mondo dove il lavoro, come lo conosciamo ora, non esisterà più. Siamo andati a conoscere meglio il libro, chiacchierando direttamente con l’autore, Claudio Simbula

Stiamo per assistere alla quarta rivoluzione industriale, con l’arrivo dei robot e di nuove macchine digitali, pronte ad affiancare l’uomo nella vita di tutti i giorni. Sarà l’alba di un mondo migliore, a misura d’uomo, o ci aspetta un pianeta che potrà fare a meno dell’uomo stesso? È questo il tema di Professione Robot: 31 lavori che le macchine faranno al posto tuo, il primo libro del giornalista algherese Claudio Simbula, pubblicato sotto forma di eBook dalla case editrice milanese Informant.

Un libro che, per usare le parole dell’autore, non si limita al tema del lavoro ma “Parla del futuro, di quanto sta accadendo e del mondo che verrà, che vediamo nascere già oggi”. Siamo andati a conoscere meglio il libro, chiacchierando direttamente con l’autore.

Che cos’è Professione Robot?

Professione Robot è un viaggio nel futuro che ci aspetta. Uno sguardo su quello che sta accadendo e sul mondo che, volenti o nolenti, stiamo costruendo. È un lavoro che parla dell’uomo che verrà, in un mondo sempre più tecnologico e digitale, tra macchine che guidano da sole, software sempre più evoluti e robot autonomi.

Un libro di fantascienza qualcos’altro?

Qualcos’altro. È un libro che può piacere agli appassionati di fantascienza, ma quanto scritto si basa totalmente su fatti reali. Nel libro descrivo le teorie di esperti, ricercatori, professori che stanno studiando il cambiamento in atto, da alcuni definito “Quarta Rivoluzione Industriale”, e i suoi effetti. In più, per far capire che si tratta di qualcosa di concreto e attuale, elenco lunga serie di lavori che si stanno già trasformando, dove l’uomo sta venendo sostituito da macchine e robot.

Puoi fare qualche esempio?

Certo. Prendo tre settori chiave. Fast food: Momentum Machines è un’impresa che produce robot capaci di preparare ottimi hamburger, nati con un unico obiettivo: sostituire tutti i dipendenti che lavorano nei fast food. In un domani molto prossimo migliaia di lavoratori di McDonald, Burger King e altre compagnie potrebbero perdere il lavoro.

Sanità e infermieri: il Giappone sta già finanziando un programma pluriennale per creare robot che possano occuparsi degli anziani, assistendoli a casa.
Compagnia: si stanno progettando sempre più robot ideati per tenere compagnia alle persone e occuparsi di loro, dai bambini ai più grandi. Ce ne sono ancora tanti altri, dall’agricoltura alla consulenza e servizi, tutti descritti nel libro.

Che futuro ci aspetta?

Un futuro sorprendente. Macchine e uomini vivranno sempre più in simbiosi. Avremo assistenti digitali pronti ad ascoltare le nostre necessità e supportarci in tutto e per tutto. Tra pochi anni avere un robot-colf in casa sarà la normalità.

Un futuro migliore o peggiore?

Dipende da come lo si guarda e dagli occhi di chi lo guarda. Nel libro, tra le altre cose che si possono ritrovare, faccio una riflessione sulla ricchezza mondiale: una piccolissima percentuale di persone è super ricca, mentre la classe media diminuisce costantemente e i poveri sono sempre di più.

Con l’ingresso di robot e macchine sempre più evolute nel mondo del lavoro, le imprese saranno sempre più produttive ma avranno bisogno di meno dipendenti umani. Di conseguenza, la ricchezza potrebbe rimanere sempre più nelle mani di poche persone, aumentando una disparità già drammatica.

Quindi che mondo ci aspetta?

Tanti studiosi pensano che tutto ciò porterà a una nuova ondata di disoccupazione. Io dico che questo scenario potrebbe essere un’opportunità: se le macchine faranno il lavoro degli uomini, e produrranno comunque molta ricchezza, potremmo trovarci di fronte a un mondo migliore. Dipende da chi possiederà quella ricchezza. Se saranno poche persone, questo non aiuterà tutti gli altri. Se la ricchezza prodotta verrà redistribuita correttamente, potremo avere davanti un mondo dove le persone non saranno più obbligate a lavorare ma potranno vivere comunque, dedicandosi a quello che preferiscono.

Secondo me abbiamo tra le mani un’occasione unica: creare un nuovo modello di società, dove le macchine siano al servizio dell’uomo per creare un mondo migliore.

Arriverà anche Skynet (dal film Terminator) o un altro mega computer capace di rendere gli umani schiavi?

Posso dirti che al momento le macchine stanno iniziando a imparare dall’uomo. Non imparano come facciamo noi, certo. Ma si avvicinano. Esistono ormai macchine potentissime, cervelli elettronici dove girano algoritmi sempre più raffinati e software sensibilissimi, che iniziano a elaborare una loro concezione di “conoscenza”. Se un giorno arriveranno alla “consapevolezza di sé”, sarà un giorno davvero indimenticabile per il nostro futuro. Nel bene o nel male. E ricordiamoci una cosa: quello che impara una macchina può essere trasmesso a tutte le altre macchine del mondo in un attimo, grazie a Internet. Potremmo trovarci di fronte a uno scenario pazzesco.

Per concludere, perché la scelta dell’eBook e non del cartaceo?

È una scelta maturata con la casa editrice, Informant. Il formato digitale dell’eBook mi ha permesso di inserire un sacco di link, per “aumentare” l’esperienza di lettura: ogni pagina contiene collegamenti ad articoli, video e spiegazioni che danno tante informazioni preziose. In più, in questo modo il libro è più economico e lo si può acquistare dovunque ci si trovi. Si può leggere su un eReader (Kindle, Kobo o simili), tablet, smartphone o dal pc.

Ogni giorno spendiamo ore a leggere articoli sui nostri computer, tablet e cellulari: l’esperienza può essere molto simile! In più, grazie al digitale il libro ha una vita continua, anche una volta terminate le pagine dell’ebook: basta seguire la pagina Facebook Professione Robot, dove inserisco costantemente informazioni sul tema. Così tutti possono leggere e restare aggiornati. Per dirla con uno slogan, grazie al digitale “Professione Robot non finisce mai”.

L’eBook Professione Robot è disponibile sotto forma di eBook Card nella libreria Cyrano di Alghero e su Amazon, iTunes, Google Books e tutti i principali store online.

7 marzo 2016