Piano del traffico, Piras: “prima infrastrutture, servizi e periodo di sperimentazione”

Il consigliere del movimento “Noi con Alghero” ha più volte espresso il suo parere su una rivoluzione del traffico e delle aree pedonali cittadine, ma ha sempre sottolineato la necessità di una partecipazione anche del comparto commerciale a tali scelte.

“Prima infrastrutture, servizi e periodo di sperimentazione; solo in seguito si potrà pensare ad approvare il piano”.  Il consigliere Emiliano Piras del movimento “Noi con Alghero” ha più volte espresso il suo parere su una rivoluzione del traffico e delle aree pedonali cittadine, ma ha sempre sottolineato la necessità di una partecipazione anche del comparto commerciale a tali scelte.

“È necessario che il piano del traffico diventi operativo solo dopo la creazione di infrastrutture e servizi che evitino disagi a cittadini e imprese. La creazione di un parcheggio di dimensioni importanti, come la proposta di un multipiano in piazza della Mercede, in primis e momenti di sperimentazione che permettano una raccolta di dati statistici sui flussi veicolari e pedonali che avallino le scelte della rivoluzione del traffico”.

“Sarebbe auspicabile individuare zone particolarmente antropizzate sulle quali fare un test, anche ad intervalli temporali e in base alla stagione , per valutare la risposta di residenti e turisti: il primo tratto di via Mazzini, una parte di via Gramsci, o alcune aree del lido, per esempio, consentirebbero una fotografia reale del risultato che certe scelte drastiche e definitive potrebbero portare” – conclude Piras.

11 aprile 2019