La Dinamo vince ancora: battuta Pesaro

Il Banco di Sardegna si impone 81-88 e centra la decima vittoria di fila

La Dinamo Banco di Sardegna si impone nella 12° giornata di ritorno del campionato ed espugna la Vitrifrigo Arena di Pesaro battendo la Vuelle. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco conquistano la decima vittoria in fila tra campionato e coppa e proseguono la loro corsa a caccia del piazzamento playoff.

Smith e compagni partono bene siglano un break iniziale di 11-0, i padroni di casa rientrano in partita ma il Banco trova energia e fiducia  co la coppia Spissu-Polonara per chiudere il primo tempo avanti 33-44. Al rientro dall’intervallo lungo i giganti scrivono il +20 grazie a un ottimo lavoro corale per poi abbassare la guardia, permettendo alla Vuelle di dimezzare lo svantaggio e riportarsi a contatto a metà dell’ultima frazione. Nel finale gli uomini di Pozzecco trovano con Thomas e Smith la lucidità di piazzare il break decisivo, grazie al lavoro di un gruppo agguerrito e determinato.

Coach Pozzecco manda in campo Smith, McGee, Pierre, Thomas e Cooley, coach Boniciolli risponde con Blackmon, Conti, Zanotti, Wells, Mockevicius. Avvio contratto per entrambe le squadre: è il Banco a sbloccarsi per primo e lo fa nel migliore dei modi. I giganti piazzano un break di 11-0: ad aprire le danze Cooley, seguito da Smith e Thomas. Pierre dall’arco firma il massimo vantaggio, Wells sblocca Pesaro con due canestri e suona la carica. Lyons e McCree riportano la VL in partita, reazione sassarese con la coppia Cooley-Thomas. McCree riporta i suoi a -1, ma i sassaresi non ci stanno e si riportano avanti con Polonara e Carter a cronometro fermo. Dopo 10’ è vantaggio biancoblu:16-22. C’è un ottimo Marco Spissu a trascinare la Dinamo in avvio di secondo quarto: botta e risposta dall’arco tra il numero 0 e l’ex Diego Monaldi. Anche Thomas punisce dall’arco e il Banco recupera lunghezze. Tre falli sanzionati in meno di 2’ a Jack Cooley costringono il centro biancoblu in panchina. Monaldi e Blackmon provano ad accorciare ma un parziale di 7-0 chiude il primo tempo con la Dinamo avanti in doppia cifra (33-44). I giganti rientrano dagli spogliatoi con fame ed energia: Cooley apre le danze del secondo tempo, lo seguono McHee e Pierre. Il Banco scrive un parziale di 12-4: Smith scrive il +20 a cronometro fermo. Ma la Vuelle non molla di un centimetro e il break di 4 punti di Ancellotti suona la carica: i padroni di casa dimezzano il vantaggio trascinati da McCree e al 20’ il tabellone dice 49-59. Pesaro continua la sua corsa con McCree e Wells: Blackmon riporta i suoi a un solo possesso di distanza. Thomas ricaccia indietro i biancorossi dall’arco, Blackmon risponde con la stessa moneta per il -1. Jaime Smith infila due canestri fondamentali e costringe McCree al fallo in attacco, il quarto della sua partita. Dall’altra parte del campo Thomas infila la bomba del 71-77. Il giocatore originario di Oklahoma però è costretto alla panchina perchè in pochi secondi viene sanzionato con quarto e quinto fallo. Pesaro sigla un break di 5 punti con Wells a cronometro fermo e Monaldi dall’arco: l’ex Dinamo riporta i suoi a -1. Ma il Banco non ci sta, Smith trova tre punti di fila per il nuovo +4. I giganti infilano altri 5 punti con Polonara idall’arco e Cooley dalla media. Pesaro tenta l’ultimo aggancio al match ma i giganti sono implacabili: Gentile mette il sigillo sulla vittoria dalla lunetta. Alla Vitrifrigo Arena finisce 81-88: la Dinamo Banco di Sardegna centra la decima vittoria tra coppa e campionato.

21 aprile 2019