Amici per la zampa: Italia 2ª in Europa per numero di animali e la spesa supera i 2 miliardi

L’amore per gli animali sembra essere uno dei sentimenti oggi più condivisi dagli italiani: tra cani e gatti, solo per citare i due animali domestici più diffusi, sempre più persone hanno scelto un amico a 4 o più zampe.

Il miglior amico dell’uomo oggi viene spesso considerato un vero e proprio membro della famiglia a cui dedicare molte risorse, sia in termini di tempo libero che di denaro. Vediamo nel dettaglio gli ultimi dati disponibili al riguardo.

Il rapporto Censis sugli animali in Italia

Secondo le stime dell’indagine Censis, nel 52% delle case italiane è presente un animale domestico. L’Italia con 32 milioni di animali domestici e un rapporto di 53,1 animali da compagnia ogni 100 abitanti si posiziona al secondo posto tra i paesi europei. Sul gradino più alto di questa speciale classifica troviamo l’Ungheria (54,2 animali ogni 100 persone), mentre seguono Francia e Germania rispettivamente con 49,1 e 45,4 animali per 100 abitanti.

Volendo poi entrare nel dettaglio, la percentuale delle presenze cresce quando ci si trova di fronte a famiglie formate da separati e divorziati (il 68% ha un animale) o da single (54%).

I dati peraltro sono quelli che il Direttore Generale del Censis, Massimiliano Valerii, ha presentato a Roma come risultato della ricerca “Il valore sociale del Veterinario” insieme a Giuseppe De Rita, Presidente del Censis, Gaetano Penocchio, Presidente del Fnovi, e Armando Bartolazzi, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute.

Dal dettaglio della ricerca è emerso che i volatili sono quasi 13 milioni, contro cani e gatti che si aggirano intorno ai 7 – 7,5 milioni, quasi 2 milioni di piccoli mammiferi, un milione e mezzo di pesci e 1,3 milioni di rettili. In pratica si contano oltre 32 milioni di animali, per i quali vengono spesi in tutto circa 5 miliardi di euro, di cui 2 miliardi solo per il cibo.

Due miliardi il costo per l’alimentazione degli animali da compagnia

Supera i due miliardi (2,51 per l’esattezza) la cifra che gli italiani spendono ogni anno per nutrire i piccoli amici domestici, almeno secondo le stime che vengono fuori dal Rapporto Assalco-Zoomark 2018, a cura dell’Associazione nazionale per l’alimentazione e la cura degli animali domestici.

Anche la voce riguardante i controlli veterinari e l’acquisto di terapie specialistiche non è da meno e rappresenta una spesa non indifferente per le famiglie italiane. Oggi infatti molti italiani preferiscono rivolgersi ad una farmacia veterinaria online che come nel caso di Shop-farmacia abbia un reparto dedicato agli animali da compagnia ben fornito, così da reperire comodamente anche quei prodotti solitamente difficili da trovare.

Un’altra dimostrazione che la salute degli amici a quattro zampe sta sempre più a cuore agli appassionati è rappresentata dall’attenzione che questi dedicano all’acquisto di un’alimentazione equilibrata e di qualità: solitamente vengono preferiti tutti quegli alimenti confezionati realizzati appositamente per una dieta equilibrata, settore in crescita del 3,8%. I cibi dedicati ai cani hanno sfiorato il miliardo di euro (969 milioni) mentre quelli per i felini hanno oltrepassato questo traguardo. Infine, crescono del 7% gli snack funzionali (come quelli per l’igiene orale) dedicati ai nostri amici animali.

12 aprile 2019