Aggressione a Fertilia, Conoci: “gesto che va condannato”

"La violenza, da qualunque parte provenga, va condannata e repressa. Un episodio che è lontano dalla cultura di accoglienza e rispetto verso tutti che contraddistingue Alghero ed in particolare la comunità di Fertilia, luogo dove è avvenuto il fatto" - dichiara il candidato a Sindaco della coalizione di centro-destra sardista, autonomista e civica.

“L’episodio di violenza che ieri ha colpito un ragazzo di colore va condannato senza se e senza ma e al giovane va tutta la mia solidarietà e vicinanza. – a dichiaralo è Mario Conoci, candidato a Sindaco della coalizione di centro-destra sardista, autonomista e civica. “La violenza, da qualunque parte provenga, va condannata e repressa. Un episodio che è lontano dalla cultura di accoglienza e rispetto verso tutti che contraddistingue Alghero ed in particolare la comunità di Fertilia, luogo dove è avvenuto il fatto. Proprio Fertilia rappresenta concretamente i valori di accoglienza, integrazione e rispetto delle regole che contraddistinguono la nostra comunità.

Sono proprio i cittadini presenti, che voglio ringraziare, infatti, che sono intervenuti per difendere il ragazzo e porre fine all’episodio chiamando le forze dell’ordine. Non conosciamo i motivi dell’aggressione e per questo è giusto affidarsi agli accertamenti che vengono svolti dalle autorità competenti. Ciò che si può affermare con certezza – sottolinea l’ex Vice Sindaco di Alghero – è che Alghero non è una città violenta e tantomeno razzista. Per questo ritengo giusto non andare oltre nella classificazione dell’episodio, perché questo spetta a chi svolge le indagini sull’accaduto. Abbiamo, invece, il dovere di valorizzare verso l’esterno quella che è l’essenza della nostra città, e non altre, ovvero che Alghero è una città nella quale i valori della civile convivenza e del rispetto delle regole sono un patrimonio di tutti, che ci consentono di isolare e condannare ogni atto di violenza, da qualunque parte essa provenga”.

13 giugno 2019