Fa una mossa di wrestling sulla figlia di 2 anni e la uccide: “Stavo solo giocando”

Le avrebbe fatto una “Batista Bomb”, che nello show tv consiste nel sollevare l’avversario per le gambe e schiacciarlo a terra sulla schiena. La piccola è stata colta da convulsioni e poi è morta dopo due giorni in ospedale. Ora il 24enne americano deve rispondere di gravi accuse, così come la madre della piccola.

Un 24enne del Missouri, è stato arrestato per maltrattamento su minori e omicidio colposo dopo che la figlia della sua compagna, una bimba di appena 2 anni, è morta in circostanze sospette. La piccola è stata portata in ospedale con gravi contusioni e immediatamente i medici hanno allertato la polizia. L’uomo si è difeso, adducendo il fatto che spesso giocava a riprodurre le mosse di Wrestling con la figlia della sua fidanzata 19enne, anche davanti alla stessa donna che evidentemente non temeva per l’incolumità della sua bimba.

Due giorni fa l’uomo avrebbe provato quella che la cosiddetta “Batista Bomb”, che nello show televisivo consiste nel sollevare l’avversario per le gambe e schiacciarlo a terra sulla schiena. La malcapitata sarebbe stata dunque buttata violentemente sul pavimento di casa, tanto che ha cominciato ad avere le convulsioni ed i due giovani sono stati costretti a chiamare i soccorsi. In ospedale, i medici avrebbero riscontrato anche diversi traumi sul corpo della piccola che hanno fatto subito pensare a delle violenze domestiche. La bambina ha lottato per la sua vita per 48 ore, ma alla fine si è arresa. Come detto, il 24enne deve rispondere di maltrattamento di minori ed omicidio colposo, mentre la madre è accusata di complicità per non aver allertato la polizia per quanto accaduto.

Nella foto: immagine d’archivio

Tratto da www.fanpage.it ©

B.C., 26 maggio 2017