Violenta la nipotina di 11 anni con sex toys e la costringe a guardare film porno

L’uomo davanti ai giudici ha sostenuto che la bambina lo provocava in continuazione.

Un uomo di 38 anni del Texas, si è macchiato di un orrendo reato: ha infatti violentato ripetutamente la nipotina di appena 11 anni utilizzando dei sex toys su di lei e costringendola a vedere film porno. L’uomo avrebbe abusato della bambina approfittando dell’assenza di sua madre madre, che di lui si fidava ciecamente.

L’uomo, stando a quanto riporta il Sun, ha prima ammesso le violenze per poi ritrattarle davanti ai giudici. Nella sua ultima versione dei fatti avrebbe dato la colpa alla giovanissima, dicendo che – malgrado fosse ancora una bambina – lo avrebbe provocato fino a spingerlo a compiere un gesto simile. Gli abusi, secondo l’inchiesta condotta dalla polizia, sarebbero iniziati un anno fa quando lo zio avrebbe obbligato la nipotina a vedere un film pornografico sul suo pc. Ad incastrare l’uomo sono state però le testimonianze dell’11enne che avrebbe raccontato di essere stata stuprata e costretta dallo zio a fare delle docce con lui e strane pratiche sessuali.

Dopo essere stato condannato al carcere, è stato liberato su cauzione: alcuni suoi parenti e amici hanno accettato di mettere mano al portafogli e sborsato 75mila dollari pur di vederlo libero.

Tratto da www.fanpage.it ©

Nella foto: immagine d’archivio

 

D.F., 17 giugno 2017