Un evento tutto Sardo per Turriga 2008 con 3 talenti creativi

Antonio Marras, Paolo resu e Marcello Fois, Trio di Talenti creativi made in Sardinia per festeggiare i 20 anni del vino Turriga, dell’Azienda Argiolas di Serdiana in provincia di Cagliari, un vino prestigioso prodotto da quattro vitigni autoctoni: Carignano, Cannonau, Bovale e Malvasia Nera. Un evento insolito ma in perfetta linea con il tema della festa per il ventennio del nettare sardo per eccellenza: un vino totalmente sardo che non poteva non essere festeggiato nella miglior maniera con 3 testimonial di indiscusso talento nel mondo: lo stilista Antonio Marras, il musicista Paolo Fresu e l’affermato scrittore Marcello Fois. Tutt’oggi la famiglia Argiolas, figli e nipoti di ‘ziu’ Antonio Argiolas continuano a perseguire il progetto del fondatore con la stessa passione e determinazione, promuovendo ovunque nel mondo l’azienda e i suoi vini e divulgando soprattutto la Sardegna enologica, nella totale convinzione che la terra di Sardegna può produrre vini eccellenti.

Una convinzione che li ha portati a chiamare tre grandi ambasciatori dell’Isola nel mondo per festeggiare l’evento con un prezioso cofanetto celebrativo contenente un bottiglia di Turriga 2008 impreziosita da una etichetta creata appositamente dallo stilista Antonio Marras. “Turriga compie vent’anni! Ma esiste da tempi remoti, da quando la Madre degli dei e degli uomini lo volle come bevanda divina e la regalò agli abitanti di una terra selvaggia ” precisa Antonio Marras “Un dono prezioso di cui mani sapienti hanno scoperto il segreto. La Grande Dea Madre, che ha attraversato millenni, guarda e sorride. Le ho voluto dare un volto e l’ho vestita di stoffe, di sogni, colori… È una giovane donna che narra di storie lontane, ricordi, memorie. Di sole, di orizzonti infuocati, di mari impetuosi, di nubi rossastre, di alberi piegati dal vento, di mondi incantati, inebrianti avventure. Perché ognuno le prenda e le porti con sé. E noi l’ascoltiamo assetati, sedotti dal suo raccontare…”

Non poteva mancare il cd con sette brani del musicista Paolo Fresu. “Ho scelto quei brani espressamente per Argiolas” spiega Paolo Fresu “in quanto credo che il Turriga sia un vino fortemente sardo, ma con un’apertura verso il mondo. I sette brani (tratti da dischi diversi di diverse età), hanno tutti un nesso più o meno diretto con l’Isola, ma allo stesso tempo hanno influenze di varie altre geografie e questo voleva essere il mio racconto. La chiave di lettura di tutta l’antologia è il rapporto aperto tra la tradizione e la contemporaneità laddove l’Isola, in quanto luogo in seno al Mediterraneo, diviene un server verso il mondo. Come un vino, il Turriga, che nasconde il segreto della terra (che è di qualsiasi terra del mondo), ma permette a chiunque di apprezzarne le sue particolarità autoctone”.

La confezione del Turriga 2008 si completa di un racconto inedito dello scrittore Marcello Fois.”Quando mi hanno proposto di partecipare a questo magnifico ‘compleanno’ ho accettato con entusiasmo” rimarca Marcello Fois “la celebrazione di un’eccellenza pensata attraverso testimonial d’eccellenza: sappiamo creare il meglio e proporlo al mondo. Segno, parole, musica, Grazie per aver pensato a me”.

25 marzo 2013