Sudafrica e Austria a Ittiri Folk Festa 2018

Sudafrica e Austria all'edizione numero 33 di Ittiri Folk Festa – Il Festival internazionale del folklore che si terrà dal 20 al 23 luglio e vivrà il 19 l'anteprima ad Alghero

Dalle vivaci danze zulu a quelle bavaresi dove gli uomini battono le mani sulle gambe e le suole delle scarpe. Culture agli antipodi che invece conviveranno e si confronteranno nel festival internazionale organizzato dall’associazione Ittiri Cannedu che si aprirà il 19 luglio ad Alghero, vivrà le intense giornate di Ittiri dal 20 al 23 e quindi chiuderà il 24 a Thiesi. I primi due gruppi stranieri dell’edizione numero 33 dell’Ittiri Folk Festa sono Sudafrica e Austria.

Non è certo una novità l’arrivo di un gruppo dal Continente africano, ma il gruppo che arriva, Sidlangaloludzala, nella provincia sudafricana del Mpumalanga, pur essendo nato appena dieci anni fa si è già distinto per le capacità di coinvolgere i giovani nel portare avanti la tradizione. Il gruppo è formato da ben 30 elementi diretti da Sibusiso Nkosi. Corposo il repertorio, che va dai canti africani alle danze zulu e alla altrettanto energetica Sizingili. Ci sono anche danze eseguite dalle donne: la Umgiyo e la più atletica Ngadla dove i piedi vengono sollevati oltre la testa.

Gruppo solo maschile invece quello dello Steirischer Schwung che arriverà con una ventina di elementi. Il nome significa slancio stiriano, infatti la formazione viene da un Land nel sud-est dell’Austria, ai confini con la Slovenia e propone la danza bavarese.

Intanto è in via di dettaglio anche il ricco programma che prevede oltre agli spettacoli sul palco, la ormai celebre Messa dei Popoli della domenica (quest’anno il 22 luglio) dove partecipano i gruppi ospitati a Ittiri. A prescindere dalla propria religione, ogni gruppo all’offertorio dona qualcosa, spesso una danza o un canto, a dimostrazione che è possibile trovare sempre un punto di incontro, di unione.

8 luglio 2018