Finanza sequestra 10 tonnellate di Gpl abusive: tre denunciati

Le bombole erano destinate alla rivendita al pubblico in totale assenza delle precauzioni antincendio. Elevato il rischio per i residenti circostanti e per gli stessi lavoratori.

Nell’ambito dell’attività di contrasto alle frodi nel settore delle accise sui prodotti petroliferi, i Finanzieri della Tenenza di Siniscola, in due distinte operazioni, hanno effettuato un maxi sequestro di bombole gpl, custodite all’interno di depositi abusivi, non dichiarati al fisco, ubicati in Comuni ad alta vocazione turistica. Sono due le imprese individuate che detenevano bombole di gpl destinate alla rivendita al pubblico, in totale assenza delle prescritte autorizzazioni ed in particolare del certificato prevenzione incendi, con elevato rischio per le popolazioni circostanti e anche per gli stessi lavoratori. Attesa la pericolosità della situazione rilevata, i militari procedevano al sequestro dei recipienti portatili con un potenziale pari a kg. 16.043 di cui: 6.356 kg di prodotto contenuto in 400 bombole piene e nr. 872 bombole vuote per una capacità complessiva di accumulo pari a kg. 9.687.

Al fine di garantire la tutela della pubblica e privata incolumità, l’attività è stata svolta in collaborazione con personale del Comando Vigili del Fuoco di Nuoro, ciascuno per le competenze rispettivamente ed istituzionalmente spettanti, al fine del ripristino delle condizioni di sicurezza. I titolari delle ditte sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Nuoro per violazione delle norme antincendio e delle disposizioni previste in materia di sicurezza e incolumità pubblica. L’attività delle Fiamme Gialle proseguirà per i risvolti di natura fiscale.

 

Foto d’archivio.

12 agosto 2016