Siena, accoltella autista bus e si scaglia contro i carabinieri: i militari gli sparano

L’aggressore è un giovane di 19 anni di origine ivoriana che è stato ferito a una gamba da un colpo sparato dai carabinieri di Monteriggioni. I militari sono intervenuti dopo che l’uomo ha accoltellato un autista di un autobus

Un giovane di diciannove anni di origine ivoriana ha aggredito prima con un coltello un autista di autobus e poi anche i militari intervenuti per fermarlo e che a loro volta gli hanno sparato un colpo di pistola. L’episodio si è registrato verso l’ora di pranzo in località Santa Colomba, vicino a Monteriggioni, zona di forte richiamo turistico della provincia di Siena. Secondo una prima ricostruzione, l’autista del pullman è stato aggredito e ferito da tre colpi di arma da taglio al torace forse dopo una lite a bordo del mezzo pubblico. L’autista è in gravi condizioni. Per le ferite gravi subite dai fendenti tirati dall’ivoriano l’uomo avrebbe perso molto sangue.

Sul posto – allertati da alcuni passanti – sono intervenuti i carabinieri, che dopo aver esploso alcuni colpi in aria hanno fermato l’ivoriano sparandogli un colpo di pistola a una gamba. I militari sarebbero stati a loro volta aggrediti dal diciannovenne, che prima avrebbe scagliato contro di loro una damigiana di vetro e poi li avrebbe attaccati con il coltello. Sul posto sono arrivate anche due ambulanze che hanno trasportato i feriti all’ospedale Le Scotte di Siena. L’africano è piantonato in ospedale mentre l’autista è in sala operatoria per un intervento chirurgico. Nessuno tra i carabinieri sarebbero rimasto ferito. Accertamenti dei militari sono in corso sulla vicenda.

“Si tratta di un fatto molto grave – ha commentato il presidente di Tiemme Spa, Massimo Roncucci – purtroppo sono episodi che nel mondo degli autoferrotranvieri si stanno verificando e che impongono una riflessione sulle modalità di prevenzione a bordo. Forniremo la massima collaborazione alle Forze dell’Ordine, con le quali abbiamo già avviato forme di collaborazione per trovare soluzioni più funzionali alla sicurezza del nostro personale e dei passeggeri”

Tratto da www.fanpage.it ©

Susanna Picone, 30 luglio 2017