Saperi e Sapori, a Santa Maria la Palma si parla di Pane con lievito naturale

Il Centro di Aggregazione Sociale Impregno Rurale, in collaborazione con la Pro Loco di Olmedo, l'azienda Sa Madrigosa, il Panificio Orchidea di Bolotana che fa parte del Consorzio Produttori del Marghine e alcuni panificatori locali, organizzano una giornata su "Saperi e Sapori", progetto dedicato al pane in tutte le fasi della sua preparazione.

Nell’ambito delle attività della rassegna #Mondorurale 2017 proposta dall’Assessorato allo Sviluppo Economico del comune di Alghero in collaborazione con Agenzia Laore, Parco di Porto Conte, Fondazione Meta, associazioni e comitati territoriali, domenica 26 novembre, dalle ore 10 alle 20 nella borgata di Santa Maria La Palma, il Centro di Aggregazione Sociale Impregno Rurale, in collaborazione con la Pro Loco di Olmedo, l’azienda Sa Madrigosa, il Panificio Orchidea di Bolotana che fa parte del Consorzio Produttori del Marghine e alcuni panificatori locali, organizzano una giornata su “Saperi e Sapori”, progetto dedicato al pane in tutte le fasi della sua preparazione.

Dalla semina del grano Senatore Capelli che è stato per tanti anni il tipo di frumento più coltivato nella piana della Nurra alle fasi magiche della lievitazione dell’impasto con l’utilizzo del lievito madre “Sa Madrighe” per continuare con la cottura del pane nel forno a legna e per terminare con l’assaggio del pane appena sfornato condito come una volta con un filo di olio nuovo appena uscito dal frantoio. La giornata inizia alle 10 del mattino nei locali del Centro di Aggregazione Sociale presso l’ex scuola media della borgata, dove sarà allestito il laboratorio della panificazione del pane con lievito madre “Sa Madrighe” con la preziosa collaborazione delle maestre panificatrici della Pro Loco di Olmedo e dell’azienda Sa Madrigosa che offrono la loro conoscenza ed esperienza nel settore e tutte le attrezzature necessarie compreso il forno a legna mobile che sarà posizionato nel cortile antistante il laboratorio.

Parteciperanno alle attività anche alcuni componenti del Panificio Orchidea di Bolotana che si dedicheranno alla lavorazione del tipico Pane Fresa e Pane Zichi e alcuni panificatori locali che operano nel territorio della Nurra da alcuni anni. I lavori nel laboratorio proseguiranno fino alle ore 13 per proseguire nuovamente alle 14 con l’attivazione del secondo impasto. Sarà un’occasione per tante persone poter assistere e partecipare a tutte le varie fasi della lavorazione sia al mattino che nel pomeriggio. Per consentire una miglior organizzazione delle attività del laboratorio è gradita la prenotazione di coloro che vogliono partecipare attivamente alla lavorazione (è sufficiente inviare un messaggio whatsapp al numero 3280976769 o invaire una mail all’indirizzo di posta elettronica impegnorurale@tiscali.it). I partecipanti dovranno attrezzarsi personalmente con cuffia di protezione per i capelli e grembiule.

Dalle ore 17 nella biblioteca della borgata è prevista una tavola rotonda coordinata dal Parco di Porto Conte, che affronterà il tema “Nuove opportunità produttive per il rilancio della Nurra, avvio operativo di un progetto di Filiera Cerealicola per la produzione di pane di qualità”. Nello specifico verrà presentato al pubblico l’articolato progetto che, attraverso un percorso di progettazione partecipata, darà l’avvio a una vera e propria filiera cerealicola rappresentativa del territorio di Alghero. Oltre al Parco di Porto Conte parteciperanno esperti tecnici dell’agenzia Laore, l’assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Alghero, produttori, rappresentanti delle imprese agro-alimentari aderenti, associazioni del territorio.

Alle ore 18 il Prof. Antonio Farris aprirà la conferenza: Il pane e la lievitazione con lievito naturale. A seguire esperienze di panificazione domestica e d’impresa, alla presenza di diverse aziende del territorio che racconteranno la propria esperienza. Alle 19.00, terminate le attività nella biblioteca, si ritornerà nel cortile della scuola media per assistere alle fasi di infornatura e cottura del pane nel forno a legna allietati dai canti della tradizione popolare sarda con l’esibizione del Coro Baratz di Villassunta diretto dal maestro Dario Pinna di Alghero. Davanti al forno, il pane appena sfornato potra essere sottoposto alle analisi sensoriali dei presenti attraverso le indicazioni e i consigli del Prof. Farris e sarà possibile degustarlo al naturale o con un filo d’olio nuovo appena macinato come si faceva tradizionalmente nel tempo passato.

Per concludere la serata, accompagnati dai brani della tradizione sarda interpretati dal Coro Baratz di Villassunta, si accenderà il fuoco nel braciere per preparare il pane abbrustolito condito con olio nuovo e con vari prodotti provenienti dalle coltivazioni locali del territorio della Nurra. “Mangiare sano è l’imperativo attuale, riscoprirlo insieme ripercorrendo gli usi e i costumi del tempo passato consente di non perdere la memoria storica della gente, a beneficio della nostra qualità della vita” – spiegano gli organizzatori.

24 novembre 2017