“Chi salverà la sabbia?”, il WWF scrive al Sindaco di Alghero

L'associazione ambientalista chiede un urgente intervento di recupero della sabbia dispersa e la messa in opera di sistemi efficaci ed eco-compatibili di salvaguardia dell’arenile dall’azione del vento e dalle mareggiate.

Il Wwf Sardegna, attraverso un documento inviato al Sindaco e all’Assessore all’Ambiente del Comune di Alghero, chiede un urgente intervento di recupero della sabbia dispersa e la messa in opera di sistemi efficaci ed eco-compatibili di salvaguardia dell’arenile dall’azione del vento e dalle mareggiate.

“Già nel marzo scorso, – scrive Carmelo Spada, delegato WWF per la Sardegna –  inviò al comune di Alghero un dossier segnalando lo stato di degrado dell’incannucciato sulle spiagge (San Giovanni, Lido, Maria Pia) di Alghero posto a salvaguardia della sabbia e auspicando il rinnovo del sistema di protezione anche con sistemi eco-compatibili più efficienti. La situazione è ulteriormente peggiorata – spiega Spada –  e con la libecciata di questi giorni molta sabbia è stata trasportata, in assenza di qualsiasi sistema di contenimento dall’azione del vento, sulla strada, sul marciapiede e nelle condutture di raccolta delle acque”.

12 dicembre 2017