Reddito di inclusione sociale, Tedde: «basta chiacchiere»

«Sono già trascorsi oltre otto mesi dall’approvazione della legge - dichiara vicecapogruppo di Forza Italia in consiglio regionale - e la Giunta Pigliaru non ha sbloccato le risorse. Solo per il 2016 hanno bloccato 33 milioni di euro che avrebbero costituito una boccata di ossigeno per oltre centomila sardi che vivono in condizioni di indigenza»

«Ancora chiacchiere sul reddito di inclusione sociale.» Così il vicecapogruppo di Forza Italia Marco Tedde commenta l’ultimo annuncio dell’assessore della sanità in materia di Reis, secondo il quale a maggio verrà avviato. «Sono già trascorsi oltre otto mesi dall’approvazione della legge –denuncia l’ex sindaco di Alghero- e ancora la Giunta Pigliaru non ha sbloccato le risorse. Solo per il 2016 hanno bloccato 33 milioni di euro che avrebbero costituito una boccata di ossigeno per oltre centomila sardi che vivono in condizioni di indigenza. E altri 30 milioni debbono essere erogati per l’anno in corso».

«Questi –sottolinea Tedde- sono i risultati della Giunta Pigliaru in materia di sostegno ai bisognosi. Meglio sarebbe stato se avessero messo in campo la stessa solerzia usata per prorogare più volte le poltrone dei commissari delle disciolte Asl e per attribuire al nuovo DG di ATS una indennità da record italiano. E questo nonostante la Giunta abbia adottato le linee guida qualche mese fa. E’ evidente –commenta Tedde- che con la propaganda non si aiutano i poveri. La smettano di litigare e inizino a pensare alle difficoltà che quotidianamente debbono affrontare le famiglie e le imprese dell’isola. Hanno chiesto i voti dei sardi per questo» – chiude Tedde.

21 aprile 2017