Rassegna gastronomica:”tutti a tavola, pesce in cassola e frittura”

Il Gruppo di Azione Costiera del Nord Sardegna promuove 3 giorni all'insegna del pesce azzurro

Storia e tradizione delle marinerie locali che diventano espressione del mangiar sano e consapevole. Il pesce azzurro, per le caratteristiche specifiche derivanti dalle tecniche di pesca, dalle aree in cui viene pescato, è per sua natura sempre fresco. Il Gruppo di Azione Costiera del nord Sardegna lo sa e lo promuove in “ Tutti a tavola: pesce in cassola e frittura” che da domani animerà Castelsardo in piazza Novecentenario dalle 12.

La degustazione, gratuita, sarà accompagnata da una serie di iniziative: dal teatro di strada allo show cooking. I prossimi appuntamenti saranno quelli di Santa Teresa di Gallura (il 15) e Alghero (il 28).

Dal mare alle tavole senza passare per il congelatore e mangiare sano è il senso di un evento creato per favorire il consumo di un pesce definito povero, ma che forse sarebbe più giusto individuare come “utile”. Ricco di proprietà nutritive, ideale per la preparazione di piatti che si rifanno alle più antiche tradizioni marinaresche, così come agli abbinamenti più audaci e innovativi, il pesce azzurro garantisce un’esperienza sensoriale sublime.

Degustato sulle tavole dei ristoranti o in quelle delle nostre case, in famiglia o con amici, in cassola o in frittura (e in altri numerosi metodi declinati dalla tradizione enogastronomica), c’è sempre un buon motivo per mangiare pesce. Quando è “azzurro”, poi, è anche economico.

Acciuga, aringa, sardina, sgombro, sugarello, aguglia, occhiata, alosa, boga, gattuccio, ghiozzo, grongo, merluzzetto e murena sono alcuni dei cosiddetti “pesci poveri”. Dotati di carni molto saporite, con prevalenza di grassi insaturi, in particolare omega 3, questi pesci sono anche ricchi di vitamine e di sali minerali.

L’evento è organizzato dal GAC Nord Sardegna con il partner Confcommercio, nell’ambito di un’azione volta alla sensibilizzazione e promozione del consumo del prodotto della pesca locale, con il coinvolgimento attivo delle marinerie dell’area GAC Nord Sardegna, dei produttori e dei ristoratori, 33 nel territorio GAC.

La rassegna è finanziata con i Fondi Fep 2007-2013 – Asse 4 – Misura 4.1 – “Sviluppo sostenibile Delle zone di pesca”. Psl “Pesca e Sviluppo Sostenibile Nel Nord Sardegna” – Gruppo di Azione Costiera Nord Sardegna.

 

Nella foto: immagine d’archivio

L.P. , 2 maggio 2015