“Qui santa!”, al Teatro Civico ritorna la commedia musicale di Gavino Ballero

Continuano le iniziative volute dall’Obra Cultural de l’Alguer per ricordare la figura del commediografo algherese, a cent’anni dalla sua nascita.

Continuano le iniziative volute dall’Obra Cultural de l’Alguer per ricordare la figura del commediografo algherese Gavino Ballero, a cent’anni dalla sua nascita. Dopo il successo ottenuto nel 2015 con la rappresentazione del “Lo poll revudit” che ha registrato per tre sere il tutto esaurito al Teatro Civico di Alghero, l’Obra, con la collaborazione del gruppo teatrale “El Teló”, organizza e promuove per il 2016 la riedizione di un’altra commedia musicale in due atti di Ballero, dal titolo “Qui santa!”, rappresentata per la prima volta al Teatro Selva nel 1977 e la seconda volta al Teatro Civico inaugurando, nel 1996, la sua riapertura dopo il restauro.

Ambientata ad Alghero, negli anni Trenta, la storia si svolge nel quartiere popolare del “Bulgu”, nell’Alguer Vella, dove abita la famiglia del carrettiere Strunilau (Nanni Branca) e dove si trova la bottega di Pino il falegname (Antonio Fadda). La moglie di Strunilau, Rosària (Gianna Mura) è sempre in litigio con il marito perché desidera che la figlia Ulsureta (Nadia De Santis), pretenziosa e altezzosa, si sposi con un nobile della città. Strunilau intanto, uomo con i piedi per terra, favorisce la simpatia amorosa di Pino per l’altra sua figlia Veldina (Eleonora Marras), amore contrastato dalla madre che avrebbe voluto anche per la seconda figlia un signorino.

Nella vicenda s’inseriscono, man mano, il garzone di stalla, Dumingu (Marco Correddu), Miquel futibosses (Antonello Pinna) e la comare Esperanceta (M.Domenica Iddau). Quando la situazione precipita intervengono l’avvocato (Aldo Puddu) ed il suo segretario (Francesco Sotgiu). La scelta delle canzoni scritte da Antoni e Pasqual Cao e da Vito Loi, con le musiche del M° Vittorio Nannarelli, rappresentano l’interesse da parte di Ballero di portare alla conoscenza degli algheresi, attraverso il teatro, motivi quasi sconosciuti, così come per il linguaggio, emerge la sua attenzione nell’utilizzare l’algherese nelle sue espressioni più antiche e sempre più dimenticate.

L’arrangiamento e la direzione musicale di questa edizione sono curate da Antonello Colledanchise e Francesco Scognamillo. Le rappresentazioni si terranno nei giorni 28, 29 e 30 gennaio, alle ore 20.30, al Teatro Civico di Alghero, con la regia di Nanni Branca e le scenografie di Maria Filomena Mura. Fanno parte del cast: Nanni Branca, Gianna Mura, Marco Correddu, Antonio Fadda, Nadia De Santis, Aldo Puddu, Antonello Pinna, Eleonora Marras, Maria Iddau, Francesco Sotgiu, suggeritrice Milena Bella.

I biglietti, del costo di 10 Euro, possono essere acquistati a partire dal 14 gennaio, ogni giorno dal lunedì al sabato, la mattina dalle h.10.00 alle h.12.30 e la sera dalle 16.30 alle 19.00, nella sede dell’Obra Cultural, in via Arduino 44.

12 gennaio 2016