Protesta per la musica a tutto volume: il vicino lo minaccia con una pistola

Un 45enne sassarese e finito ai domiciliari perchè ritenuto responsabile dei reati di detenzione abusiva di arma clandestina, minaccia aggravata, violenza privata e furto.

I Carabinieri della Compagnia di Sassari hanno arrestato P.D., 45enne sassarese ritenuto responsabile dei reati di detenzione abusiva di arma clandestina, minaccia aggravata, violenza privata e furto. I militari sono intervenuti in seguito ad una chiamata al 112 in cui veniva segnalata una lite tra vicini di casa. Un condomino, lamentatosi per il volume della musica tenuto molto alto dal 45enne, si era trovato con una pistola puntata in faccia, con tanto di minacce di morte e intimazione a rientrare nella propria abitazione senza fiatare. Rintanatosi in casa, nonostante lo spavento per l’assurda reazione del proprio vicino, l’uomo ha avuto la prontezza di chiamare i Carabinieri, consentendo l’intervento immediato di due pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile.

I militari intervenuti hanno così effettuato una minuziosa perquisizione dell’abitazione del 45enne e rinventuto la pistola, che è poi risultata essere una “scacciacani” modificata con numero di matricola abraso. Inoltre, nel corso delle operazioni sono state rinvenute anche alcune bottiglie di alcolici rubate poco prima della lite da un supermercato Conad situato nei pressi dell’abitazione dell’uomo. Per il 45enne sono quindi scattate le manette e questa mattina, nel corso del processo per direttissima, l’arresto è stato convalidato e nei suoi confronti è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

12 dicembre 2017