Osilo, presentazione della Relazione di Metà Mandato

Per la prima volta nella storia del Comune di Osilo i cittadini saranno informati in itinere su quanto è stato fatto e su quanto resta da fare. Il documento, che ha una veste grafica moderna e accattivante, si fonda sul criterio di fruibilità degli open data e costituisce un esempio di storytelling istituzionale.

Il 17 aprile, alle ore 19.00 presso i locali del Canonico Liperi, l’Amministrazione presenterà la Relazione di Metà Mandato. Per la prima volta nella storia del Comune di Osilo i cittadini saranno informati in itinere su quanto è stato fatto e su quanto resta da fare. Il documento, che ha una veste grafica moderna e accattivante, si fonda sul criterio di fruibilità degli open data e costituisce un esempio di storytelling istituzionale. «È uno strumento di comunicazione e di trasparenza e un mezzo per stabilire un legame concreto con la comunità» dichiara il Sindaco Giovanni Ligios, che tra le pagine non nasconde né le difficoltà incontrate finora né un certo ottimismo per il domani. «Da subito – spiega nelle righe iniziali – ci siamo trovati a dover approvare un bilancio che non ci apparteneva, ma che non era per noi del tutto ignoto, irrigidito da un forte indebitamento e acutizzato dalla cancellazione obbligatoria di circa 250.000 euro di residui attivi. Occorre, però, non farsi dissuadere dal credere in una nuova fase di rilancio, seppur lenta, del prezioso borgo in cui viviamo».

Anche l’Assessore alla Programmazione Patrizia Puggioni, che della Relazione di Metà Mandato è referente organizzativo, esprime fiducia nel futuro. «Guardando indietro – afferma nell’introduzione – possiamo ormai vedere chiaramente un ampio tratto di strada. Guardando in avanti, sulla base dell’esperienza già maturata, siamo nella condizione di rappresentare in maniera più definita gli obiettivi cui tendere con l’opportunità di poter calibrare meglio tempi, metodi e percorsi». E «questo – sostiene – è il senso del bilancio che oggi sottoponiamo all’attenzione di tutti in linea con le scelte compiute sin dal primo momento».

Nel documento si descrivono, articolatamente, tre aree di intervento. La 1 è dedicata al cittadino e riguarda minori e giovani, anziani, inclusione sociale, cultura, istruzione e sport. La 2 attiene allo
sviluppo sostenibile e comprende lavori pubblici, urbanistica, ambiente, agricoltura e attività produttive e turismo. La 3, infine, è relativa all’organizzazione amministrativa e contiene trasparenza, comunicazione, partecipazione e regolamenti. Completano la Relazione di Metà Mandato, in cui si specifica anche che il Comune di Osilo è capofila del PLUS Anglona-Coros-Figulinas e aderisce all’Unione dei Comuni Anglona e Bassa Valle del Coghinas, la sezione sulle risorse finanziarie, le foto di vari momenti significativi vissuti nel corso dei due anni e mezzo e i disegni realizzati dai bambini su alcuni eventi. Il Comune invita i cittadini interessati a partecipare all’aapuntamento.

16 aprile 2018