Importante riconoscimento per Chiara Murru, Spazio-T e Teatro D’Inverno

54 compagnie provenienti da tutta Italia si sono confrontate nella prima edizione del ‘Roma Fringe Festival’, la rassegna estiva interamente dedicata al Teatro Off italiano inaugurata il 23 giugno scorso, che dall’11 al 13 luglio ha ospitato lo spettacolo coprodotto da Teatro d’Inverno e Spazio-T “Il sentiero dei passi pericolosi – una tragedia stradale” del drammaturgo canadese Michel Marc Bouchard.

Lo spettacolo ha riscosso nell’ultima settimana un importante successo di pubblico e di critica, aggiudicandosi la semifinale del concorso che metteva in palio la possibilità di partecipare al New York Fringe Festival. Diretto da Chiara Murru e interpretato da Giuseppe Ligios, Maurizio Pulina, Antonio Luvinetti con musiche originali del contrabbassista Salvatore Maltana eseguite dal vivo, “il sentiero” è andato in scena per tre giorni all’interno del parco di Villa Mercede nello storico quartiere di San Lorenzo, con una messa in scena essenziale e site specific, nella quale gli spettatori condividono lo spazio scenico con gli attori, sospesi entrambi in un non-luogo, in una sorta di confessione, in un flusso di parole che tre fratelli si ritrovano a pronunciare dopo la morte, in un ultimo disperato tentativo di dire la verità.

Fin dalla prima sera lo spettacolo ha ottenuto un immediato riscontro favorevole da parte del numeroso pubblico e dalla giuria di qualità composta da critici, giornalisti, ed esponenti di prestigiosi teatri italiani permettendo l’accesso alla semifinale del 14 luglio con il riconoscimento di migliore spettacolo della settimana e una menzione speciale per gli attori e per la “migliore composizione musicale originale” di Salvatore Maltana.

Dopo quattro repliche la giuria di qualità ha deciso di assegnare alla regista algherese Chiara Murru l’ambito premio per la “migliore regia”, riconoscendo il valore dello spettacolo, dei suoi attori, del musicista, l’originalità della messa in scena, l’intenso lavoro di ricerca e studio fatto sul testo e l’impegno dimostrato durante la manifestazione teatrale. Un importante e prestigioso riconoscimento professionale per la giovane regista e per le compagnie Teatro d’Inverno e Spazio-T, che insieme rappresentano ad Alghero, e non solo, un saldo punto di riferimento nell’ambito della produzione e valorizzazione del teatro contemporaneo e di ricerca e nella formazione teatrale.

18 luglio 2012