Il Partito dei Sardi invoca ancora la “Convergenza Alghero”

"Per contrastare il crescente sentimento di antipolitica alimentato da forze populiste e demagoghe"

“Per il secondo anno consecutivo il consiglio comunale approva il bilancio di previsione con largo anticipo rispetto alla pratica consolidata. Cosa del tutto sconosciuta ad Alghero fino ad ora, diventata abitudine da quando la delega assessoriale è in mano a Gavino Tanchis esponente del Partito dei Sardi”. Così in una nota il Partito dei Sardi di Alghero.

“Il bilancio 2018 offre spunti interessanti che vale la pena approfondire. Salta all’occhio la graduale riduzione dell’indebitamento dell’ente verso le banche per mutui contratti da precedenti amministrazioni e, nonostante i tagli degli apporti da Stato e Regione, la garanzia di servizi sempre più efficienti senza gravare di un solo euro in più sulle tasche dei cittadini. Altra voce di bilancio degna di menzione riguarda il contratto sottoscritto con la Società Alghero in House che, con programmazione triennale, rilancia la partecipata attraverso appalti per un valore di oltre tre milioni di euro annui. Questo garantirà la conservazione di numerosi posti di lavoro ad una società che, destinata a liquidazione, ora gode di ottima salute” si legge ancora.

“Ad un attento osservatore delle dinamiche politiche, e dell’evolversi della società più in generale, non sarà sfuggito che laddove amministrano esponenti del Partito dei Sardi la buona amministrazione ha trovato asilo. Laddove amministrano gli esponenti del Partito dei Sardi gli atti, e gli effetti da essi scaturiti, si toccano con mano. Parole come Convergenza Nazionale (dalla quale abbiamo mutato Convergenza Alghero), Nazione Sarda, Interessi Nazionali dei Sardi stanno entrando nel lessico quotidiano. In questa sede – si legge nella nota – ci concentriamo sugli Interessi degli Algheresi; è in quest’ottica che la comunità di Alghero del Partito dei Sardi ha aperto il portone della propria sede a tutti i cittadini, ascoltandone i bisogni e condividendone le aspettative; informando di quanto fatto dall’amministrazione e di cosa in itinere; dimostrando ampia disponibilità ad ogni giusto suggerimento e a quanto di costruttivo e propositivo”.

“Si è avviata una nuova era politica che oltrepassasse la storica rivalità e contrapposizione fra centrodestra e centrosinistra, con l’obiettivo di riunire tutte le forze politiche di buona volontà (esclusi razzisti e fascisti) in un unico progetto che abbia a cuore la crescita socio economica della nostra città: Convergenza Alghero. Per contrastare il crescente sentimento di antipolitica alimentato da forze populiste e demagoghe. Anche le ultime elezioni politiche dello scorso 4 marzo hanno dimostrato che un modo preistorico di far politica, arroccato su posizioni di privilegio di pochi e portato avanti nel segreto delle stanze dei bottoni, sordo ai bisogni veri dei cittadini comuni, è giunto al capolinea. La nuova era politica è iniziata, un’era in cui tutti vengono chiamati a partecipare, ad essere protagonisti del proprio destino. Un’era che abbia a cuore gli interessi collettivi degli algheresi. L’era della Convergenza Alghero” concludono dal Partito dei Sardi.

16 aprile 2018