Fibrosi cistica, collaborazione tra le unità di Rianimazione Sassari e Pediatria Alghero

Nei mesi scorsi è nata una collaborazione fra le unità operative di Rianimazione Sassari, Pediatria Alghero e Fondazione Fibrosi Cistica per l’impianto, nei bambini e negli adulti, di cateteri venosi centrali ad inserzione periferica. Una procedura che cerca di rendere ancor più confortevole il periodo di ricovero dei pazienti.

ospedale civile alghero

Nei mesi scorsi, grazie ad una stretta di mano fra i Direttori dell’Unità Operativa di Rianimazione del SS.Annunziata di Sassari Dott. Padua, il Direttore dell’Unità Operativa di Pediatria di Alghero Dott. Chiarolini e i rappresentanti della Fondazione Fibrosi Cistica delegazione di Castelsardo, è stata attivata una collaborazione fra i due centri per l’impianto, nei bambini e negli adulti che sono affetti da Fibrosi Cistica, di cateteri venosi centrali ad inserzione periferica come i Picc e i Midline. I dispositivi sono stati donati dalla Fondazione Fibrosi Cistica – delegazione di Catelsardo, rendendo possibile la collaborazione fra le due unità operative.

La pediatria di Alghero è il centro regionale per la diagnosi e cura della Fibrosi Cistica e riferimento per tutto il Nord Sardegna. Nel 2015 è stato attivato, nell’Unità Operativa di Rianimazione del SS.Annunziata, con delibera commissariale, il Picc Team e l’ambulatorio di accessi vascolari ecoguidati. L’attività si rivolge a tutti i pazienti ricoverati o quelli assistiti nel territorio. Della nuova procedura possono beneficiarne i pazienti oncologici, geriatrici, lungodegenti, pazienti con esiti di trauma gravi o patologia neurologica che devono percorrere la via della riabilitazione, nonché i pazienti pronti per essere dimessi a domicilio ma che devono affrontare un lungo periodo di terapia farmacologica.

«I pazienti affetti da Fibrosi cistica devono affrontare spesso periodi di ricovero prolungati per l’infusione di terapie salvavita e spesso sono defedati tanto da rendere difficoltoso il reperimento di un accesso vascolare» – spiegano i direttori delle Unità Operative di Rianimazione del SS. Annunziata e di Pediatria di Alghero. «Grazie alla collaborazione, tutti i pazienti vengono sottoposti ad impianti di Picc o Midline presso l’ambulatorio dedicato della Rianimazione del SS.Annunziata per evitare loro punture ripetute che spesso sono causa di disagio e di un decorso ospedaliero traumatizzante. Una procedura che cerca di rendere ancor più confortevole il periodo di ricovero, tant’è vero che nei Bambini più piccoli , proprio per evitare loro traumi , gli impianti di questi cateteri avvengono sotto sedazione anestesiologica».

L’accordo prevede che tutti i pazienti , adulti e bambini, prima del ricovero in Pediatria ad Alghero , si rechino nella Rianimazione del SS.Annunziata di Sassari , dove un equipe specializzata formata da un Medico Rianimatore e tre Infermieri impiantino “gratuitamente” i Picc e i Midline acquistati dalla Fondazione Fibrosi Cistica proprio per alleviare maggiormente i traumatismi che i pazienti devono affrontare nel periodo del ricovero. Questi Cateteri poi sono gestiti dal personale sanitario della Pediatria di Alghero grazie ai protocolli sottoscritti fra le due Direzioni delle Unità Operative.

25 ottobre 2016