“Elettrificazione Rurale, gravi ritardi da parte di Enel e amministrazione”

I Consiglieri Comunali del Gruppo Per Villanova, denunciano "gravi ritardi da parte dell’Amministrazione Comunale e dell’Enel e l’oggettiva impossibilità di reperire informazioni precise sullo stato dei lavori di realizzazione dell’infrastruttura di Elettrificazione Rurale nell’agro di Villanova Monteleone"

Bastianino Monti, Vincenzo Ligios, Salvatore Niolu e Cosetta Sanna, Consiglieri Comunali del Gruppo Per Villanova, denunciano “gravi ritardi da parte dell’Amministrazione Comunale e dell’Enel e l’oggettiva impossibilità di reperire informazioni precise sullo stato dei lavori di realizzazione dell’infrastruttura di Elettrificazione Rurale nell’agro di Villanova Monteleone”. “Durante il dibattito consiliare seguito all’interpellanza da noi sottoposta all’attenzione del Sindaco e del Consiglio Comunale, nella seduta del 16 marzo 2017 (delibera cc n.14)  – spiegano i consiglieri – il sindaco dichiarava che i lavori realizzati dall’impresa riguardo alla palificazione per la linea di bassa tensione non avevano superato il collaudo dei tecnici dell’Enel ma che il problema sarebbe stato risolto in tempi molto brevi. Il sindaco stesso dichiarava in un’intervista rilasciata a una emittente locale che i lavori e gli allacci si sarebbero attivati entro la fine del mese di marzo 2017”

“In data 22/06/2017, visto che niente di quanto annunciato dal Sindaco alla stampa e al consiglio comunale si era concretizzato, – proseguono –  dopo aver riscontrato dai fascicoli depositati
presso l’ufficio tecnico comunale l’assenza di documentazione ufficiale a supporto delle affermazioni fatte dal Sindaco stesso, abbiamo chiesto spiegazioni in merito. Con nostra sorpresa il Responsabile dell’Ufficio Tecnico dichiarava di non essere a conoscenza né del sopralluogo né del mancato collaudo della linea da parte dei tecnici dell’Enel. In considerazione di quanto detto, per dare risposta agli imprenditori agricoli interessati dall’infrastruttura, il 26 giugno giugno 2017 abbiamo inviato   una nota ufficiale direttamente a Enel Distribuzione chiedendo notizie certe sullo stato dell’opera e indicazioni sui tempi di attivazione della linea. La stessa nota veniva inviata per conoscenza al Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale”.

“Enel Distribuzione, dopo ripetuti solleciti verbali, con nota del 02 ottobre 2017, opponeva un sostanziale e formale diniego alla nostra richiesta: “per ragioni legate alla riservatezza del procedimento, senza il nulla osta dell’Amministrazione Comunale (cui la presente è indirizzata per conoscenza) non possiamo fornire le informazioni da voi sollecitate circa lo stato della pratica”. Le motivazioni addotte a nostro avviso contrastano con la normativa sul diritto di accesso agli atti garantito ai consiglieri comunali nel decreto legislativo del 18 agosto 2000, n.267 all’ art. 43 comma 2, non si capisce quale riservatezza voglia tutelare l’Enel a fronte di una richiesta di informazioni sullo stato di avanzamento di un’importante infrastruttura pubblica da parte di quattro consiglieri comunali”.

“Con questa nota vogliamo denunciare in primo luogo i colpevoli ritardi da parte dell’Amministrazione Comunale e da parte di Enel Distribuzione e, sebbene meno rilevante rispetto alle legittime aspettative degli imprenditori agricoli, il deprecabile esercizio di prevaricazione e boicottaggio nei confronti del nostro Gruppo consiliare esercitato attraverso l’ostruzionismo dell’Amministrazione Comunale e il diniego infondato opposto dall’Enel a fronte delle nostre richieste di informazioni. Tutto ciò è di una gravità inaudita e limita in modo intollerabile la nostra azione civile e politica. Non ci arrenderemo, abbiamo il dovere di rivendicare il diritto di essere informati per poter esercitare al meglio il mandato consiliare, pur essendo il gruppo di minoranza in seno al Consiglio Comunale vogliamo rappresentare e tutelare i diritti di tutti i cittadini di Villanova Monteleone – concludono.

1 dicembre 2017